Castrocaro (Forlì), 19 aprile 2017 - Nei giorni scorsi alcuni bocconi contaminati sono stati rinvenuti a Castrocaro tra via Baracca e via Fontana. Le polpette sono state rimosse, ma sull’erba opportunamente tagliata sono rimasti alcuni granelli blu. La situazione è stata denunciata all’Ausl, come conferma il vicesindaco William Sanzani. Già a inizio mese in paese si era creato uno stato di apprensione per l’avvistamento in via Gramsci della processionaria, insetto pericoloso per le piante ma anche per l’uomo e soprattutto gli animali. Spavento fortunatamente rientrato nel volgere di poche ore.

Per scongiurare ulteriori rischi, lo scorso 14 aprile il sindaco Luigi Pieraccini ha firmato un’ordinanza con cui si obbligano tutti i proprietari di aree verdi, comprese quelle condominiali, a effettuare verifiche sugli alberi per accertare la presenza di processionaria del pino (nero, silvestre, marittimo e alcuni specie di cedro). Qualora dovesse essere constatata l’esistenza di insetti o di larve, è obbligatorio procedere alla rimozione e all’adozione di un’adeguata profilassi. E’ stato inoltre vietato il deposito o l’abbandono di rami contaminati sulla pubblica via, nei cassonetti e nei cestini del territorio comunale.