Forlì, 1 ottobre 2017 - Il Controsenso, lo storico locale in via dei Filergiti, da pochi giorni ha cambiato gestione. A prenderne le redini un gruppo di giovani imprenditori: Emil Mingozzi, socio dell’agenzia di comunicazione Jump Communication, Filippo Zammarchi, Cristiano Selvagio, Corrado Pilato e Adamo Pittalis, titolare del Velvet Cat di corso Diaz, dove tiene corsi per barman.

L’idea è quella di fare del Controsenso uno spazio polivalente, che abbia le caratteristiche della discoteca, ma anche della sala convegni, dello spazio per corsi e festival culturali. «Noi di Jump ci siamo già occupati dell’organizzazione del Campus Festival – continua Mingozzi –, e ora al Controsenso vogliamo replicare l’idea: dar vita ad uno spazio pensato per i giovani che non si limiti alla mera discoteca. Vogliamo organizzando convention, cene aziendali, corsi gratuiti e non, alcuni dei quali saranno quelli per barman gestiti da Pittalis. Ma ci sarà anche spazio per festival, mostre fotografiche e tanto altro. Ci piacerebbe anche collaborare con il Comune, mettere a disposizione lo spazio per le tante iniziative cittadine».

Già in programma due kermesse particolari: la Settimana della musica e quella del cinema, anche se l’inaugurazione vera e propria è stata venerdì con la serata Remember Empyre, alla quale è seguita ieri la festa per gli studenti delle superiori.

«Forlì ha comunque bisogno di una discoteca – commenta Emil Mingozzi –, soprattutto ora che è così votata ai giovani. Sappiamo che da molti le discoteche vengono viste come luoghi di eccessi, ma noi cercheremo di inserire un lato culturale in ogni progetto che porteremo avanti e di prevenire tutti gli inconvenienti, fornendo di servizi di navette e di volontari della Croce Rossa. Forlì a volte tende a restare un po’ indietro in fatto di divertimento, ma noi contiamo di rimetterla al passo, sperando che la città risponda bene come crediamo».