Portico, 18 giugno 2017 – Prime cure sul posto e poi caricata con l’elicottero e portata in ospedale. È finita così una gita trasformatasi in brutta avventura per una bolognese di 34 anni, caduta nel pomeriggio di domenica vicino alla cascata dell’Acquacheta sull’Appennino forlivese. La giovane si trovava con le amiche in escursione (la località è molto bella e descritta anche da Dante nella Divina Commedia), quando è scivolata vicino al fiume. Le compagne di viaggio sono riuscite a lanciare l’allarme e da Rocca San Casciano e da San Benedetto in Alpe è partito un gruppo di 7 volontari del Soccorso Alpino valle del Montone. Sono servite due ore per raggiungere, in auto e poi a piedi, la zona dell’incidente.

Sul posto nel frattempo era arrivato da Pavullo l’elicottero dell’Elisoccorso col personale medico a bordo. La giovane è stata raggiunta dai vari soccorritori, visitata, «messa in sicurezza» nella barella e, col verricello, portata a bordo dell’elicottero, che verso le 17.30 è partito per un ospedale di Bologna, dove la giovane escursionista era attesa dai familiari. Si sospetta una frattura.