Forlì, 12 ottobre 2016 – Si è aperto stamattina in tribunale il processo sulla morte di Rosita Raffoni, 16 anni, che si suicidò nel 2014 buttandosi dal tetto del liceo classico incolpando i genitori con un video girato col suo telefonino pochi istanti prima del tragico gesto.

Entrambi i genitori sono accusati di maltrattamenti, il padre anche di istigazione al suicidio. Non erano presenti in aula. Si è trattato di un’udienza tecnica, in cui la difesa è tornata a chiedere il rito abbreviato (contrario il pm Filippo Santangelo). Il processo si riaggiornerà in Corte d’Assise il 14 dicembre.