Forlì, 4 ottobre 2017 - Lotta alla prostituzione. Scoperta una casa d'appuntamenti in pieno centro città. Il blitz della squadra mobile di Forlì di ieri pomeriggio ha portato all'arresto della 'maitresse', una cinese di 44, per sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. 

La donna è stata colta in flagranza di reato mentre una connazionale stava intrattenendo un cliente. Sequestrati anche 4.600 euro frutto dell'attività illecita. La 44enne, residente a Ferrara, aveva preso in affitto, con la collaborazione di un 42enne, sempre cinese, l'appartamento a Forlì e gestiva l'attività promozionale su siti internet e pubblicazioni specializzate, oltre a utilizzare utenze telefoniche per concordare prestazioni e pagamenti di una clientela che dal ferrarese e dalla Romagna si spostava poi a Forlì.

Altre due prostitute cinesi, di 41 e 43 anni, sono state indagate per soggiorno illegale sul territorio italiano. Il cittadino cinese, residente nel bolognese, è stato segnalato per le medesime ipotesi di reato in concorso con la maitresse. Si tratta del secondo caso nel giro di un paio di settimane.