Predappio, 18 dicembre 2017 - Mancano pochi minuti alle 3 circa di notte quando una gazzella dei carabinieri di Forlì blocca una vettura all’altezza della rotonda Santa Chiara. Da quell’auto scende il sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti. I militari fanno scattare il controllo alcolemico. Come da prassi, le verifiche sono due, eseguite a distanza di dieci minuti circa, per evitare errori di valutazione.

Entrambi i riscontri sono positivi: il primo accertamento dell’alcoltest, alle 2.52, certifica uno 0,78%; il secondo controllo, alle 3.01, fa registrare uno 0.75% di grammi di alcol per litro di sangue. Il limite di legge è di 0.50%. A quel punto per il sindaco di Predappio scatta la sanzione del ritiro della patente. Il reato è di tipo amministrativo, in quanto non è stata superata la soglia dello 0.80%.

A sollevare la polemica è il capogruppo forlivese di Fratelli d’Italia Davide Minutillo. La risposta del sindaco: «Ero andato ad una cena istituzionale».