Forlì, 3 ottobre 2017 - Disegnare sui muri non per imbrattare ma per lanciare un messaggio. Questo è quello che è successo nella nuova sede di Officina 52, il centro d’aggregazione giovanile gestito dalla cooperativa sociale Paolo Babini. Un centro pensato con e per i giovani che vivono il parco di via Dragoni. E in questo parco Officina 52 ha trovato la nuova sede. Una struttura comunale, abbandonata e in disuso, che ha ritrovato anima e colore grazie all’intervento dei writers di ‘Romagna in Fiore’ che hanno messo la propria arte a disposizione del centro di aggregazione giovanile.

L’associazione, che riunisce writers da tutta la Romagna, è nata proprio in via Dragoni con la decorazione del muro della caserma dei pompieri e con il murale della casa della Circoscrizione. Un intervento di Street art che racconta la vita dei giovani del parco: da una panchina ad uno skate; dallo sport alla musica, così le pareti di Officina 52 sembrano aver preso vita. Il centro opera nel quartiere e sta accanto ai giovani attraverso attività musicali, incontri e l’immancabile skate. Una collaborazione che continuerà ancora. «Ora vogliamo occuparci dei muri esterni ad Officina – conclude – togliere scritte o disegni che non hanno a che fare con il parco e la nostra realtà. I writers coinvolgeranno i giovani del centro dalla scelta dei disegni alla realizzazione, sarà un percorso insieme».