Forlì, 24 ottobre 2016 – I dipendenti di Air Romagna sono senza stipendio da due mesi. È l’ultimo dramma del Ridolfi, senza voli da tre anni e mezzo, imprigionato in una crisi che sembra senza uscita. I lavoratori sono stati pagati l’ultima volta a settembre, quando ricevettero (in ritardo) tre mensilità.

In questo clima si attende a giorni una nuova visita del patron americano Robert Halcombe, che continua a promettere investimenti e accordi con le compagnie aeree. Continua anche la trattativa con una cordata di imprenditori locali, che però non si sblocca: Halcombe venderebbe solo davanti a una super offerta e dice di non voler uscire completamente dalla società.