Meldola (Forlì), 6 ottobre 2017 - «Mi scusi, sono qui i vampiri?». Non è difficile sentirsi rivolgere questa domanda passeggiando per Meldola. Sono cominciate proprio ieri infatti le riprese per due saghe dedicate ai vampiri: ‘The Hours vampire saga’ e ’Valleron Saga’. I lavori proseguiranno fino a domani, sempre nei dintorni di Meldola. L’idea nasce dalla penna di un esperto: Davide Santandrea, originario di Ravenna, ma meldolese di adozione, che da molti anni si definisce un ‘real vampire’. Cosa significa? Lo spiega lui: «Noi abbiamo una temperatura basale bassa, virtù di chiaroveggenza, percezioni acuite e, naturalmente, la nostra dieta include anche il sangue. Ma niente morsi: lo preleviamo solo da persone consenzienti». Santandrea è l’unico real vampire di Meldola, ma in regione se ne contano una trentina e dalla sua esperienza nasce la sceneggiatura delle saghe, girate da Maz Ferro e Giuseppe Conti.

Così piazza Felice Orsini ieri si è trasformata in un set cinematografico. Almeno una quarantina le comparse che, dalle 16, hanno atteso l’arrivo di registi e sceneggiatore. Segno distintivo dei presenti l’abbigliamento nero e, in molti casi, lenti a contatto colorate. La scena che sarà girata in piazza Felice Orsini sarà d’azione. Si tratta di un combattimento tra vampiri: buoni e cattivi. In molti approfittano dei tempi morti per esercitarsi con calci e pugni, per rendere la scena più realistica. Intanto sotto i portici si sono radunati alcuni curiosi, seduti sui gradini o sulle sedie del bar, molti muniti di telefonini, pronti ad immortalare il momento. È il crepuscolo, il momento migliore per i vampiri, quando comparse e attori (questi ultimi travestiti da veri e propri Dracula) si schierano al centro di piazza Orsini. Pronti al ‘ciak’ che li trasformerà, almeno per qualche ora, in signori delle tenebre.