Forlì, 29 ottobre 2017 – Per tre quarti soffre, ma nel momento decisivo viene fuori alla grande: l’Unieuro batte Roseto per 87-72 e mantiene la sua imbattibilità casalinga. Un po’ di preoccupazione nel finale per un infortunio a Bonacini che però non dovrebbe essere niente di grave.

L’avvio di partita porta la firma di Yuval Naimy che segna punti e trova ottime linee di passaggio per De Laurentiis, sostituto dell’infortunato Diliegro, portando avanti i suoi; Roseto però resta sul pezzo, approfittando di qualche buco difensivo forlivese e di un positivo Infante, ex della partita.

Il primo strappo arriva sul finire del primo quarto: un paio di buone difese, un bell’appoggio di Thiam, la bomba di Bonacini ed ecco che il tabellone recita 20-14 al minuto 9.

Roseto, però, continua a giocare un pallone dopo l’altro, mentre Forlì arranca paurosamente su entrambe le metacampo: 3-13 è il break firmato da Contento e compagni che porta il punteggio fino sul 23-27 del 15’, prima che le bombe di Castelli e Severini rimettano in scia i biancorossi (39-41 alla pausa lunga).

Il terzo quarto è vibrante e spettacolare: le squadre lottano su ogni pallone, con gli ospiti che ruggiscono in difesa e si appoggiano vicino a canestro, mentre l’Unieuro trova nelle conclusioni pesanti di Fallucca e Jackson lo spunto giusto per allungare nel punteggio (67-60 al 30’).

Ad inizio quarto, si decide la contesa: la difesa si fa impenetrabile, facendo riapparire tutti i fantasmi di una roseto con le spalle al muro; dall’altra parte Jackson e Naimy iniziano a sparare dall’arco firmando il nuovo 10-0 che fissa il punteggio sul 77-60, chiudendo, di fatto, la questione.

Valerio Rustignoli