Forlì, 22 ottobre 2017 - Un pareggio tutto sommato anche immeritato. Sulla carta, Forlì-Castelvetro doveva essere una partita a senso unico. Per quanto visto sul campo, i galletti alla fine hanno addirittura faticato a portare a casa il 2-2 finale. Eppure la partita sembrava indirizzata già da subito, con Graziani che già dopo 3 minuti ha portato in vantaggio i suoi.

Il Castelvetro però dimostra di non meritare l’ultima piazza e ci prova. Con insistenza. Finché Cozzolino lancia Calanca sulla sinistra, che a sua volta pesca in area il baby Magliozzi che impallina Bianchini e gela il Morgagni. Il Forlì però non ci sta e prima fallisce una buona occasione con Radoi e poi insacca il 2-1 con Romano, con l’ex Gubbio che devia di testa un angolo di Radoi.

Il secondo tempo però è tutto di stampo ospite, col Forlì che cala i ritmi (già blandi nella prima frazione) e con il Castelvetro che prende coraggio. Così la spina nel fianco dei galletti Calanca pesca dentro l’area piccola Falanelli, che con una botta potentissima batte un incolpevole Bianchini, costretto a inchinarsi per la seconda volta. Addirittura gli emiliani hanno anche l’occasione per vincere, ma a 4’ dalla fine Davighi spara alle stelle dal limite dell’area, graziando il Forlì.