HOMEPAGE > Forlì > Electrolux, investimenti e tagli al personale Annunciati 300 esuberi

Electrolux, investimenti
e tagli al personale
Annunciati 300 esuberi

La multinazionale degli elettrodomestici ha presentato un programma che prevede investimenti per 43 milioni di euro ma una riduzione di un terzo dei lavoratori. Operai e impiegati dello stabilimento di Villanova, la più grande fabbrica forlivese, sono pronti a dare battaglia

| | condividi
I lavoratori all'uscita dallo stabilimento Electrolux di Forlì (foto Sabatini)

Forlì, 17 marzo 2010 - La notizia cade come un macigno per il comparto metalmeccanico forlivese, già gravemente colpito dalla crisi economica. L’Electrolux, la multinazionale degli elettrodomestici, ha presentato un programma che prevede la riduzione di un terzo dei lavoratori, con un taglio netto di circa trecento posti nello stabilimento di viale Bologna, la piu’ grande fabbrica forlivese.

Attualmente vi lavorano circa 1.100 lavoratori (1.012 operai e 70 impiegati), ma è intenzione della proprietà ridurre questo numero a ottocento. Come è già capitato in altre città anche vicine (come a Faenza con l’Omsa), si apre per Forlì il suo momento più critico per la crisi economica. L’aspetto positivo è che lo stabilimento non chiude, anzi verrà potenziato con nuove produzioni piu’ all’avanguardia, ma solo dopo la “cura dimagrante”.

Spiega Michele Bulgarelli, segretario della Fiom-Cgil di Forlì, di ritorno da Mestre, dove questo pomeriggio si è tenuto l’incontro di gruppo sul settore cottura del colosso degli elettrodomestici: “L’Electrolux prevede che si manterranno stabili gli attuali livelli di produzione, per questo ritiene che le attuali 60 giornate di cassa integrazione si trasformeranno in esuberi strutturali”.

Questo significa circa un terzo in meno dei lavoratori, mentre per tutti gli altri scatteranno riduzioni di stipendio (sarà abolito un turno di lavoro) e si richiederanno miglioramenti in termini di tempi di produzione.

Di fatto si passerà a produrre 1,5 milioni di pezzi contro i due milioni precedenti. Quella di Forlì è la stessa sorte che hanno subito tutti gli altri stabilimenti Electrolux (Susegana e Porcia nel Triveneto, mentre Firenze è stato chiuso del tutto). Dopo il ridimensionamento, la multinazionale intende portare a Forlì la produzione dei moderni forni da incasso ad alta cavità e paradossalmente aumenterà il margine operativo di profitto per la fabbrica forlivese: da 9 a 10 milioni di euro di Mol. “L’Electrolux vuole uno stabilimento più piccolo”, sintetizza Bulgarelli.

Ma gli operai sono già pronti a dare battaglia: “Non accetteremo che si faccia pagare i lavoratori, in termini di esuberi, solo per fare piu’ profitti”, ancora Bulgarelli. Questa mattina si tiene già la prima assemblea con i dipendenti dell’Electrolux-Zanussi di viale Bologna.

dire


Oggi 17°
Domani 17°
Previsioni a cura del centro Epson Meteo
Articoli correlati
ProntoImprese

Visualizza tutti gli annunci

11/11/2011 - Forlì

Magazziniere

Adjutor Srl

Modigliana

Casolare Modigliana

220000 €

Civitella Di Romagna

Casa Indipendente Cusercoli

240000 €

Forli'

Garage P.Auto centro

28000 €

Ricerca avanzata annunci

SALAROLI ROBERTO

annuncio

ANGELINI BRUNO

annuncio

LEONI ENRICA

annuncio

MARZIALI AMLETO

annuncio

BANCHINI EGISTO

annuncio

BONFRANCESCHI ARISTIDE

anniversario

MALTONI CHRISTIAN

anniversario

MAGNANI ELSA

anniversario

BERTINI PIER PAOLO

anniversario

CORRIOLU ANTONIO

anniversario

il Resto del Carlino su Facebook