Bologna / Ancona / Ascoli / Cesena / Civitanova Marche / Fano / Fermo / Ferrara / Forli / Imola / Macerata / Modena / Pesaro / Ravenna / Reggio Emilia / Rimini / Rovigo

Le Grafiche Galeati sono fallite, ma la produzione prosegue

IL TRIBUNALE di Bologna ha dichiarato il fallimento della Galeati Industrie Grafiche. La storica azienda imolese (nata addirittura nel 1816) proseguirà però nella sua attività, almeno ...
4490.jpg
4490.jpg
{{IMG}} 2013-07-11
IL TRIBUNALE di Bologna ha dichiarato il fallimento della Galeati Industrie Grafiche. La storica azienda imolese (nata addirittura nel 1816) proseguirà però nella sua attività, almeno fino all’autunno, in esercizio provvisorio. «C’è ancora una speranza – commenta Stefano Franceschelli, segretario Cisl Area metropolitana e referente Fistel Cisl sul territorio – ci sono i margini per una soluzione. È però necessario concretizzare al più presto le ipotesi di un acquirente intenzionato a rilevare l’azienda e come organizzazioni sindacali siamo impegnati su questo fronte». La situazione della Galeati si era fatta pesante nel settembre 2012, quando era stata aperta la procedura di di mobilità per 25 dipendenti su 49. A gennaio di quest’anno, i sindacati avevano però raggiunto un’intesa tra le parti che prevedeva la prosecuzione della cassa integrazione straordinaria fino ad aprile 2014, l’attuazione – durante questo periodo – di prepensionamenti per i lavoratori che ne hanno i requisiti e l’applicazione della mobilità solo su base volontaria. Per questo motivo sono oggi 36 i dipendenti della Galeati, che stampa oltre un centinaio di testate giornalistiche, tra le quali Il Corriere di Romagna, Sabato sera, Il Nuovo diario messaggero e Genius. «L’associazionismo cooperativo locale e le istituzioni locali non possono quindi far finta di niente – l’accorato appello di Franceschelli - siamo infatti di fronte al rischio concreto di perdere un ulteriore pezzo storico del nostro tessuto produttivo. In questi ultimi mesi i lavoratori hanno fatto molto in termini di flessibilità e riduzione dei costi di lavoro, gli sforzi compiuti non devono essere vani. Galeati può ancora tornare ad essere un contenitore di innovazione». Dal canto suo, ribadendo che «è necessario impostare la continuazione di un progetto industriale che è unico per il territorio», la Slc Cgil fa sapere che l’incontro con il commissario liquidatore «ha permesso di gettare le basi per l’attivazione di un accordo di cassa integrazione straordinaria», che sarà affrontato domani in Provincia.
Condividi l'articolo
comments powered by Disqus
Offerte su volantino a imola
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese

  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP