Imola, 8 novembre 2017 - Il guado sul fiume Santerno, a Carseggio, nel comune di Casalfiumanese, con le piogge di questi giorni è finito sott’acqua. Ricominciano le difficoltà per i residenti. E la Lega Nord protesta.

"Ci ritroviamo davanti ai soliti problemi – afferma il segretario imolese del Carroccio, Marco Casalini –. I residenti sono obbligati a percorrere una strada alternativa che per la sua conformazione, l’assenza di asfalto, la scarsa manutenzione, sia ridotta ad una strada carrettiera che per molte automobili è impossibile da percorrere. Sono in una condizione di isolamento, ci si riesce a muovere solo con mezzi speciali come 4x4 o trattori agricoli".

Come sottolinea il leghista, "pensare che è dal settembre 2014, quando una piena del fiume ha abbattuto il ponte pre-esistente, ci fa capire a che livello di disagio siano ormai sottoposti i residenti di Carseggio. I lavori per la costruzione del nuovo ponte – sottolinea poi Casalini – sembrano ancora fermi al punto di partenza. Ci chiediamo quanto durerà la presa per i fondelli della sindaca Rivola. I cittadini non ne posso davvero più, si intervenga subito sulla strada alternativa e sulla realizzazione tempestiva del nuovo ponte".