Imola, 13 gennaio 2018 - “La sentenza del Consiglio di Stato contribuisce a determinare finalmente una prospettiva positiva e determinante per la vita futura del polo multifunzionale dell'autodromo”. E’ il commento di Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola, al pronunciamento dei giudici amministrativi di secondo grado, che hanno ribaltato la sentenza del Tar sulla classificazione acustica della zona attorno all’Enzo e Dino Ferrari.

“Il riconoscimento della vocazione territoriale caratterizzata dalla presenza del circuito sancita da parte della massima autorità amministrativa, speriamo possa mettere fine alla conflittualità dei ‘comitati contro’ – aggiunge Selvatico Estense – aprendo una stagione di dialogo e collaborazione per il bene della città e non solo per gli interessi particolaristici di pochi singoli”.

Detto questo, “so per certo che il Comune intende perseguire una politica di tutela dei cittadini e che per questo procederà, a prescindere e certo non come risposta ai costosi contenziosi legali incardinati dai contestatori del sistema, con la realizzazione di strumenti operativi e manufatti per la mitigazione acustica nel rispetto della ‘pax civium’ – rimarca il numero uno di Formula Imola, confermando in questo senso le rassicurazioni arrivate nelle ultime ore dall’amministrazione –. Ora e più che mai dobbiamo lavorare per portare a Imola grandi eventi che possano portare indotto e fama al territorio imolese per onorare il passato, vivere il presente e assicurare il futuro”.