Dozza, 15 dicembre 2017 – I carabinieri di Dozza hanno eseguito un’ordinanza di carcerazione di una 23enne croata. La ragazza era ricercata da anni a seguito di una duplice condanna che aveva ricevuto nel 2011 dal Tribunale per i minorenni di Venezia (reato di falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale) e nel 2013 da quello di Genova (reato di furto aggravato).

La cattura è avvenuta mercoledì pomeriggio, durante un servizio di contrasto ai reati predatori che i Carabinieri stavano effettuando nei pressi di alcune abitazioni situate in via Sandro Pertini, a Toscanella. La ragazza è stata fermata mentre stava viaggiando a bordo di una Kia Rio con due amiche italiane, una trentatreenne e una ventenne. Le due donne, la più grande alla guida del mezzo, che stava procedendo lentamente e con fare sospetto, la più piccola seduta sul sedile di fianco, avevano i documenti di riconoscimento, mentre la 23enne era sprovvista.

Per questo motivo, i militari dopo aver approfondito l’identificazione con il foto segnalamento, hanno scoperto che la 23enne, domiciliata in un campo nomadi di Ferrara, era ricercata da anni. Più tardi, la giovane latitante è stata trasferita in carcere a Bologna.