Imola, 13 ottobre 2017 - A gennaio lo storico stabilimento della 3elle - coop di porte e serramenti in concordato preventivo - diventerà un magazzino di stoccaggio di Deco Industrie. L’azienda con sede a Bagnacavallo, che la scorsa estate aveva acquistato all’asta il capannone di via Nenni, da tempo cercava un nuovo spazio logistico tra Imola e Faenza, a ridosso del casello dell’autostrada. Deco Industrie, specializzata in detergenti e prodotti da forno, è infatti una realtà che si sta ampliando nel territorio imolese, come conferma l’amministratore delegato Giorgio Dal Prato. «Dopo l’acquisto, nel 2016, di Packaging Imolese, che si occupa della produzione di detergenti, deodoranti e altri prodotti di cosmesi, abbiamo aumentato il parco clienti dell’azienda» che si trova in via Turati, «per cui è nata l’esigenza di avere maggiori spazi dove allocare le scorte. Abbiamo quindi pensato a un ulteriore magazzino a Imola – prosegue l’ad -, territorio ideale dal punto di vista logistico dal momento che in breve si arriva agli altri nostri stabilimenti». Tra cui quelli di Bagnacavallo, San Michele di Ravenna e Forlì. «A Imola – confida Dal Prato – c’erano un paio di opportunità, poi si è concretizzata questa. Del resto l’acquisto è stato conveniente».

SU UNA BASE D’ASTA di 2 milioni 100mila euro, il gruppo cooperativo romagnolo ha messo sul piatto 2 milioni 480mila euro. Sarà, però, la società Andromeda a gestire i 10mila metri quadrati di via Nenni. La srl, con sede a Castel Guelfo, è infatti un operatore che fornisce servizi di logistica su misura conto terzi. «Deco Industrie si serve già di Andromeda in quanto le affidiamo la logistica dei nostri trasporti – spiega Dal Prato -, ma la srl potrà utilizzare eventuali spazi vuoti del magazzino per inserire merci di altre società». Intanto a settembre, 3elleN, la newco nata a gennaio 2015 sulle ceneri della 3elle, ha liberato il capannone di via Nenni per fare posto al nuovo proprietario, visto che «dal 1° gennaio – assicura Dal Prato - inizierà l’attività di Andromeda. La struttura dell’immobile, che così è molto bella, non verrà stravolta, ma faremo dei lavori di manutenzione straordinaria, oltre a realizzare delle rampe di carico per gli autotreni».

DECO INDUSTRIE ha chiuso il bilancio d’esercizio 2016 con un fatturato di 150 milioni di euro. E prevede sul 2017 una crescita dell’8%. Il gruppo, che ha anche uno stabilimento a Bondeno, conta nel complesso 500 dipendenti, mentre ogni anno produce circa 300 milioni di confezioni di varia natura.