Imola, 17 agosto 2017 - Ammontano a 2 milioni e 250.542 euro, su un totale di 3 milioni previsti per l’intero anno, le erogazioni già deliberate nel 2017 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Il grosso dell’importo, aggiornato al 31 maggio, è andato al settore ‘Educazione, istruzione e formazione’: parliamo infatti di 601.569 euro, pari al 26% del totale assegnato. Oltre ai corsi di laurea dell’Università imolese, cui sono stati assegnati 133mila euro destinati all’attività didattica e di ricerca, altri beneficiari rilevanti sono Università Aperta e il Comune, quest’ultimo per il progetto ‘Contro la crisi’.

Come tutti gli anni viene poi mantenuto il sostegno alle istituzioni scolastiche, pubbliche e private, operanti sul territorio come per esempio Il Giardino dell’infanzia, l’Istituto piccole suore di Santa Teresa di Gesù bambino e la scuola Il Bosco. Fra gli interventi già accolti, da ricordare anche quello destinato all’associazione Pereira per il progetto di formazione ed educazione su legalità e senso civico ‘Liberi dalle mafie’ riservato agli istituti superiori della città. All’interno di questo settore rientra anche l’ormai noto ‘Progetto dizionari’ portato avanti dalla Fondazione e che prevede la donazione a tutti gli allievi delle classi prime medie di un vocabolario o di un atlante. Venendo agli altri comparti, Palazzo Sersanti ha già destinato 502.366 euro (pari al 22% di quanto deliberato nei primi cinque mesi del 2017) ad ‘Arte, attività e beni culturali’.

Tra i contributi più rilevanti, in questo senso, spiccano quelli per il sostegno alla stagione musicale e teatrale imolese e la manutenzione straordinaria di Palazzo Alidosi a Castel del Rio. Forte anche l’aiuto al settore ‘Volontariato, filantropia e beneficenza’, con 424mila euro (il 19% del totale deliberato) messi sul tavolo da Palazzo Sersanti per Comune e Caritas tra gli altri. Trecentomila euro (il 13% delle erogazioni) sono andati invece alla ‘Salute pubblica’, soldi serviti in larga parte per l’acquisto di un’ambulanza per la Croce rossa, mentre 256.500 euro (l’11%) sono stati destinati al settore ‘Ricerca scientifica e tecnologica’. In questo caso, da sottolineare in particolare il sostegno al dipartimento di Scienze agrarie per uno studio di progettazione e pianificazione sul territorio rurale e al quello di Farmacia per un approfondimento sulle nuove medicazioni per applicazioni dermatologiche. E ancora, 92.800 euro per lo ‘Sviluppo locale ed edilizia popolare’ (il 4% del totale deliberato), buona parte dei quali (80mila euro) sono andati al Centro per lo sviluppo economico del territorio imolese. Completano il quadro i 36mila euro destinati alla ‘Assistenza agli anziani’ (il 2% del totale deliberato), i 29.307 euro per la ‘Attività sportiva e giovanile’ (2%) e gli 8mila euro al settore ‘Protezione e qualità ambientale’ (1%).