Imola, 9 settembre 2017 - Al via oggi, nell’area Lungofiume di via Pirandello a Imola, la Festa nazionale dell'Unità. A inaugurarla, alle 18, è stato Maurizio Martina, vicesegretario del Pd, dall'Arena dibattiti centrale assieme a Giuditta Pini, responsabile delle Feste dell'Unità, e Paolo Calvano, segretario Pd dell'Emilia-Romagna (FOTO). A seguire la presentazione di ‘Democratica’, l'house organ del Pd, con il direttore Andrea Romano e Andrea Rossi della segreteria nazionale dem. Alle 22.30 uno spettacolo pirotecnico celebrerà l'inizio della kermesse. 

"Bisogna ringraziare i volontari e la città di Imola, che è un simbolo del Paese come tante altre città italiane e realizzare la Festa significa dare
un messaggio di forza a tutto il Paese
- ha detto al taglio del nastro il vice segretario del Pd, Maurizio Martina -. Il Pd è un partito di persone siamo l'alternativa agli estremisti e ai populisti perché siamo popolari". Al suo fianco il sindaco di Imola, Daniele Manca (Pd) ("il fulcro di questa Festa è mettere in valore quello che abbiamo fatto") e il segretario del Pd dell'Emilia-Romagna, Paolo Calvano: "Le feste rendono il partito una comunità - ha detto - e ci rendono orgogliosi di quello che siamo e di quello che facciamo per il Paese".

Tremila volontari si avvicenderanno tra i palchi e gli stand della Festa, che quest'anno accoglierà oltre 200 ospiti, 50 iniziative politiche, 16 presentazioni di libri, tanti spettacoli e soprattutto molti concerti, tra gli altri quelli di Enrico Ruggeri (domenica 10 settembre) e Giuliano Palma (lunedì 11).

La festa offrirà il meglio della cucina tradizionale dell'Emilia-Romagna, con cinque ristoranti e quattro punti di ristoro, per un'offerta ampia e variegata in grado di soddisfare anche gli amanti del pesce e della pizza.

Grande attenzione alla sicurezza. "Tutta l’area è stata delimitata ed è sorvegliata dalla vigilanza volontaria e a pagamento 24 ore su 24 - spiega al Carlino il segretario territoriale del Pd, Marco Raccagna -. Naturalmente stiamo collaborando con le forze dell’ordine e forse i jersey saranno posizionati alle entrate. Useremo tutti come sempre il buon senso e la Festa sarà sicura, ma certo non blindata".

Previsto il divieto di vendita, per asporto, di qualsiasi tipo di bevande in contenitori di vetro e lattine (consumo al tavolo escluso), nonché il divieto d’introdurre, nell’area della festa, bottiglie, bicchieri di vetro e lattine.

Sul fronte della viabilità,  fino al 24 settembre, giorno di chiusura della kermesse, in via Pirandello (nel tratto compreso tra le vie Boccaccio e Tiro a Segno), istituzione del senso unico di marcia con direzione Bologna e del divieto di fermata/sosta con rimozione veicoli sul lato sud nel tratto compreso tra viale Dante e l’ingresso carrabile del supermercato Famila. Disposto, inoltre, l’obbligo di svolta in direzione Bologna all’uscita di tutti i parcheggi posti tra via Boccaccio e via Tiro a Segno