Imola, 6 gennaio 2018 - La sosta selvaggia in via Purocelo, nonostante sul secondo mandato del sindaco Daniele Manca stiano scorrendo i titoli di coda, non è destinata a durare ancora a lungo. Attraverso uno dei suoi ultimi atti, il Consiglio comunale ha infatti approvato la mozione presentata dal M5s (emendata dal Pd ma solo in un suo aspetto strettamente tecnico) con la quale si impegna la Giunta a mettere in sicurezza la strada in questione. O meglio, come recita il documento uscito dall’Aula, a «prendere urgentemente in considerazione, in sinergia con la conferenza traffico, la predisposizione di segnaletica verticale e orizzontale» lungo la via tra il centro storico e il quartiere Marconi. Il tutto, «contrassegnando i parcheggi con strisce bianche» in modo da «poter rendere fruibile anche nei periodi di massima affluenza» via Purocelo «per i veicoli di pronto intervento».

Erano stati proprio i grillini, nelle scorse settimane, ad accendere i riflettori su una questione molto sentita da chi abita in zona. Basta fare un giro in via Purocelo per rendersi conto della situazione: c’è uno spartitraffico che divide per alcuni metri la strada e questa, essendo sprovvista di cartellonistica, viene utilizzata come parcheggio su entrambi i lati della carreggiata portando ad un notevole ristringimento della stessa. Il risultato? Il transito – quello delle auto, figurarsi i mezzi di soccorso – diventa quanto mai complicato. Ed è proprio dal timore che ambulanze o camion dei pompieri possano ritrovarsi imbottigliati tra le macchine in sosta selvaggia che è scattata la protesta.

«Finalmente, dopo mesi di rimpallo da un Consiglio comunale all’altro, la proposta del M5S Imola di regolamentare via Purocelo è stata approvata – fanno sapere gli stessi pentastellati –. Un tratto di strada da anni abbandonato a se stesso nonostante la richiesta avanzata nel tempo anche da molti residenti ha imboccato il coerente iter con direzione sicurezza». Così, dopo via Belfiore (per la quale l’Aula ha dato l’ok e si aspetta ora che i tecnici del Comune mettano in pratica la direttiva), «anche i residenti di via Purocelo – concludono dal M5s – potranno beneficiare di un qualcosa che, nella normalità, dovrebbe essere di routine visti gli oneri di urbanizzazione regolarmente pagati al Comune di Imola».