Imola (Bologna), 2 luglio 2015 -  Un palco lungo 45 metri e profondo 26, con otto maxischermi e 90mila fan pronti ad affollare l’autodromo di Imola. Sono i numeri di quello che dagli addetti ai lavori viene ormai considerato  l’evento musicale dell’anno, vale a dire l’unica tappa italiana degli AC/DC, in programma giovedì 9 luglio sul circuito romagnolo. Il concerto della mitica band australiana, lontana dal nostro Paese  ormai dal 2010, è stato presentato oggi in Comune dal sindaco Daniele Manca e dall’amministratore di Barley Arts, Claudio Trotta, che annuncia: «Vogliamo aprire un capitolo  nuovo, fatto di grandi eventi, in questa città. I biglietti sold-out in pochi giorni? Abbiamo avuto richieste per 150mila spettatori, ma è stato giusto fermarsi prima. Anche per mettere un freno al commercio dei tagliandi on-line». Il Comune, dal canto suo, si prepara alla guerra contro i bagarini e gli abusivi, e ha predisposto un piano di accoglienza che ricorda quello dei megashow sul Santerno a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila: «Sarà una cosa straordinaria – annuncia il sindaco Manca –. Un evento che lascerà una traccia nella storia della nostra città. E in futuro vogliamo organizzare altri appuntamenti di questa portata».