Imola, 4 luglio 2017 - Un grandissimo campione della F1 che fu oggi all' Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola: Emerson Fittipaldi con il direttore Pier Giovanni Ricci. Le sue parole, riportate sulla pagina Facebook del circuito, sono state: "Imola è sempre stata una grande pista, tecnica, per veri piloti. Qui mi sono divertito tantissimo. Oggi ho ritrovato una pista altrettanto bella, sempre tecnica, che ritengo ancora fra le migliori al mondo".

E ancora: "Sono al corrente della vostra passione e della volontà di tornare ai grandi fasti e mi auguro anch'io vivamente che la Formula 1 possa tornare finalmente qui - ha detto Fittipaldi -. Anche Monza è una bella pista, ma io preferisco questa perché la pista mette maggiormente in risalto le doti del pilota".

Sempre oggi, in Autodromo si sono visti anche i campioni dello sci. Audi Italia, anche quest’anno sponsor della FISI (Federazione Italiana Sport Invernali), ha scelto infatti l’Enzo e Dino Ferrari per far provare agli atleti delle Nazionali maschile e femminile di sci alpino le vetture della gamma sportiva RS. 

Per un’intera giornata grandi campioni e campionesse del calibro di Peter Fill, Dominik Paris, Giuliano Razzoli, Stefano Gross, Sofia Goggia, Manuela Moelgg, Marta Bassino, hanno provato l’ebbrezza di guidare tutti modelli della gamma RS, in particolare la nuova RS 5 Coupé, prima al fianco degli istruttori Audi e poi da soli, mettendo in mostra ottime doti di guida.

Al termine della giornata gli atleti sono poi potuti salire a bordo della Audi TT Cup a fianco di Dindo Capello, pilota Audi tre volte vincitore della 24 Ore di Le Mans, che ha regalato momenti di grande emozione e adrenalina.

“Ringrazio Audi per averci dato la possibilità di guidare su un circuito così emozionante come quello di Imola – sono state le parole di Peter Fill, vincitore della Coppa del Mondo di specialità in discesa libera -. Per noi che amiamo la velocità questa è stata una emozione unica. Le analogie con lo sci? Con le auto possiamo frenare, con gli sci dobbiamo sempre andare a tutta”.