Un Gran premio di Formula 1 a Imola
Il circuito potrà ospitare tutte le manifestazioni internazionali Fia. Ancora vivo il sogno Gp
L'ultimo Gp del 2006 a Imola
Il governatore lombardo chiama in causa il Governo nonostante la sospensione dell'istanza
L'ultimo Gran Premio a Imola
Ottenuto il rinvio dai giudici. Le pressioni politiche sullo sfondo
(DIRE) Bologna, 4 feb. - Dopo le dimissioni di Pietro Benvenuti, presentate a novembre, da lunedi' l'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola avra' un nuovo direttore generale. Formula Imola fa infatti sapere che oggi il Consiglio di amministrazione ha deciso di affidare l'incarico a Pier Giovanni Ricci, che proprio lunedi' assumera' ufficialmente l'incarico.    Nato a Forli' il 6 novembre 1960, Ricci ha collaborato alla realizzazione del Palasport di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, assumendone poi la direzione dal 1993 al 2004. Tra le altre cariche ricoperte, quella di direttore generale e gestionale del Bologna Calcio, dal 2008 al 2011, e quella di responsabile dello Sviluppo commerciale dell'Autodromo del Mugello, da febbraio 2012 a gennaio 2015. Nel dare il benvenuto al nuovo Dg, il presidente di Formula Imola Uberto Selvatico Estense ricorda che "il piano di sviluppo sta proiettando l'Autodromo in una dimensione globale, confermandolo come una delle eccellenze del territorio, e a livello sportivo siamo pronti ad affrontare un ulteriore salto di qualita'". Estense assicura il "pieno supporto a Ricci da parte del Cda", definendolo "la persona giusta per continuare un percorso teso a perseguire obiettivi sempre piu' in linea con la tradizione e l'importanza dell'Autodromo". Sulla stessa linea il consigliere Augusto Machirelli, convinto che "l'esperienza di Ricci nella gestione di impianti sportivi e di spettacolo ci consentira' una visione piu' ampia su diverse tipologie di eventi". Da parte sua il neo-Dg si dice "pronto e motivato", e certo che "si siano create le condizioni per un ulteriore salto di qualita', che abbraccia quell'obiettivo di sempre maggiore polifunzionalita' che deve essere caratteristica imprescindibile di un Autodromo moderno".   (Ama/ Dire) 17:38 04-02-1
Dalla Regione ai parlamentari: città rimasta sola
imola ANDREA ZUCCHINIA PALAZZO MARCHI
Accolto il ricorso del civico Andrea Zucchini: «È un suo diritto»
Lewis Hamilton
Il pilota inglese rilancia l'autodromo Enzo e Dino Ferrari: "E' un circuito spettacolare"
(DIRE) Bologna, 15 giu. - Imola e il suo autodromo provano a riconquistare il Gran premio della Formula 1. Oggi, alle 11 (le 12 ora italiana), a Londra il sindaco di Imola, Daniele Manca, ha parlato per un'ora del progetto direttamente al patron del circus del motori Bernie Ecclestone, numero uno Fia, ed e' tornato in Italia con sensazioni positive. Il sogno, e l'obiettivo, e' riportare i bolidi della F1 nel circuito intitolato a Enzo e Dino Ferrari nel 2017. L'ultimo Gp risale al 2006 e da allora il circuito imolese non ha avuto vita facile. A vuoto sono andati i tentativi di 'strappare' la MotoGp a Misano, ma ora le cose sono cambiate, assicura Manca che sul piatto ha messo anche l'idea di un'alternanza con Monza: un anno il Gp si corre sulle rive del Santerno e l'altro in Lombardia, "come gia' hanno fatto in Germania". Manca rivedra' Ecclestone a settembre-ottobre, dopo il Gran premio d'Italia (fissato per il 6 settembre) per riprendere il filo del discorso. "Noi faremo ogni sforzo per tenere in Italia, prima ancora che a Monza, il Gp d'Italia. Quello che diciamo e': 'Fateci conoscere le regole d'ingaggio, fateci giocare questa partita e correre'- spiega Manca alla 'Dire'- a Imola c'e' una gestione nuova, con un patrimonio importante, anche pubblico e la garanzia di onorare gli impegni che ci prendiamo". E la candidatura di Imola "non e' contro gli altri autodromi, semmai assieme", appunto con l'idea dell'alternanza. E Ecclestone? "Con lui- riferisce Manca- abbiamo verificato positivamente" un riscontro alla proposta imolese: "Ci ha confermato piu' volte che non sarebbe mai venuto via, che e' sempre stato bello correrci (a Imola, ndr)", risponde Manca. (SEGUE) (Mac/ Dire) 16:52 15-06-15 NNNN
Un’ora di colloquio a Londra, l’obiettivo è riportare i bolidi nel circuito intitolato a Enzo e Dino Ferrari nel 2017