Macerata, 21 aprile 2017 - «Entriamo nel secondo decennio della Festa dell’Europa». Si rinnova l’appuntamento, tanto noto per gli aperitivi, giunto alle sua undicesima edizione, che animerà la città dal 9 al 13 maggio. Tra le novità, la gestione dell’organizzazione passa alla Pro Loco (finora era stata dell’associazione Strade d’Europa), la mascotte Eugenio va in pensione (anche se resta l’Eugenio d’oro come premio), al suo posto c’è una mongolfiera biancorossa. E ancora, l’artista Stefano Calisti sarà l’ambasciatore della manifestazione, mentre in occasione dei 30 anni dall’istituzione dell’Erasmus la torre civica sarà illuminata, a partire dalle 20, dal 9 maggio per cinque giorni. L’organizzazione della Festa coinvolge tre Pro Loco e oltre 300 associazioni.

«Quest’anno il motto è ‘unita e accogliente’ – spiega l’assessore Federica Curzi –, festeggeremo due anniversari, quello dei 30 anni dell’Erasmus e quello dei 60 dalla firma dei Trattati di Roma. Per questo si svolgerà un importante convegno sul principio dell’accoglienza, e saranno coinvolte le varie associazioni del settore». Stavolta sono 73 i locali che hanno aderito, contro i 67 dello scorso anno. «Un numero sempre in crescita – commenta Curzi –, mentre saranno 25 i Paesi europei rappresentati. Dieci invece i Paesi unici, cioè messi in campo da un solo locale, e sono Cipro, Croazia, Danimarca, Islanda, Olanda, Polonia, Slovenia, Malta, Slovacchia, Ungheria. Questi dieci riceveranno una menzione speciale, a prescindere dal voto».

Per tutti gli altri, invece, partirà una votazione sugli aperitivi preparati, sia da parte della giuria tecnica di qualità (che valuterà in base a parametri come rappresentatività delle ricette, uso di prodotti tipici, presentazione del piatto, ambientazione, degustazione e rapporto qualità prezzo) sia dalla giuria popolare, attraverso la app scaricabile dal sito www.festadelleuropamc.it. Il sito è stato realizzato dai ragazzi della classe V F dell’Itc Gentili, progetto coordinato dalla professoressa Letizia Catarini. «Saranno disponibili 400 posti auto in più – precisa Curzi –, e tutti i servizi, come quelli igienici ad esempio, saranno quadruplicati. Abbiamo aumentato il controllo delle auto. A dare una mano ai vigili urbani, anche ausiliari della Pro loco». All’artista Calisti, invece, il compito di farsi ambasciatore della manifestazione. «Come artista nasco nel 1991 – spiega Calisti – e attraverso l’arte ho sempre portato la mia città e il mio territorio in tutto il mondo, con mostre ad esempio a Malta e a Mosca, in Olanda, Portogallo, Spagna, Australia. Sono anche stato premiato in Francia dalla figlia di Picasso. È con grande piacere e orgoglio che oggi accetto l’incarico di ambasciatore. Sfrutteremo anche i ‘calistini’, la mia piccola creazione di cui vado fiero, sono ormai famosi ovunque».

«Andiamo a celebrare – sottolinea Curzi – non solo l’immagine di Macerata in Europa, ma anche il rapporto orizzontale tra le attività produttive e artigianali». Prevista anche un’Eurodinner con studenti Erasmus, in cui ciascuno cucinerà qualcosa del proprio Paese. Per informazioni: pagina Facebook «Festa dell’Europa Macerata«, scaricare la app «Festa dell’Europa Macerata» oppure visitare il sito del Comune.