Appignano (Macerata), 9 ottobre 2017 - Due quintali di fagioli, altrettanti di ceci e di lenticchie, 13 cantine aperte, ma anche tanta buona musica con concerti dal vivo e gli approfondimenti sulla ceramica curati dai maestri vasai. Sono questi gli ingredienti della 15esima edizione di Leguminaria che si terrà nel centro di Appignano venerdì, sabato e domenica. Oltre 250 i volontari al lavoro in questa edizione che apriranno le cantine venerdì alle 19 (anche se le casse per pagare la cena apriranno già dalle 17) e tra le novità ci saranno una cantina dedicata all’abbinamento tra legumi e pesce e una dedicata ai bambini con un menu specifico.

Ma Leguminaria è anche ceramica e l’associazione Scuola di ceramica maestri vasai appignanesi ha previsto una serie di iniziative a partire da sabato, alle 17, con ‘L’ora di Leguminaria’, un’esposizione di dieci orologi di legno e terracotta realizzati dagli alunni della scuola primaria, in collaborazione con l’Atelier della terra. Alle 19 seguirà un laboratorio per la modellazione della creta curato da Luisa Gianfelici e l’aperitivo del vasaio. Chiuderà la giornata, alle 21, ‘Fantasia’ la dimostrazione dal vivo del maestro Augusto Girolamini. Domenica, alle 10, torna ‘Borgoceramica’, la mostra mercato e laboratori di ceramica in cui artigiani e artisti esporranno le loro opere, mentre nella chiesa dell’Addolorata si terrà la mostra ‘Immagini di ceramica’.

L’arte di creare dalla ceramica un’opera unica, poi, verrà valorizzata anche all’interno di Convivium d’arte, il concorso organizzato dal Comune e curato da Matteo Zauli, direttore del museo Zauli di Faenza. Quarantotto le opere selezionate, sui 75 candidate, tra cui una giuria sceglierà l’opera migliore che verrà premiata domenica, alle 11, con mille euro. Tutte le opere presentate, però, saranno esposte nella mostra che si aprirà sabato, alle 16.30, nella sala consiliare del Comune. A condire le serate di festa ad Appignano anche buona musica con una serie di concerti organizzati da MusicArea.

«Abbiamo selezionato 15 gruppi – spiega Giacomo Scattolini – che si esibiranno tra pazza Umberto I e la scalinata di San Giovanni Battista». Venerdì alle 20 si comincia in piazza con la musica dei Chopas & Arere con Luca Mattinoni, mentre alle 21 si esibiranno i Blanche-Acoustic Duo, per chiudere alle 22 con i The Franco Funky. Sabato, alle 19, saranno i Twin Dragon ad aprire la serata musicale, seguiti alle 21 dai Lucy & The Bluesy e dal concerto jazz di Stefano Conforti Jazz Quartet. Alle 21.30 in piazza Umberto spazio alal musica dei Synchronicity e, alle 23, gli Anima Equal. Domenica, infine, la musica partirà già alle 13.30 con il concerto dei Francesca Borsini Quintet.