Macerata, 2 ottobre 2017 - Dal calciatore Ivan Ramiro Cordoba al pallavolista Andrea Luchetta, dal ciclista Francesco Moser al pugile Clemente Russo. Torna Overtime, festival del racconto e dell’etica sportiva: giunto alla settima edizione, si svolgerà in 14 location per oltre 40 iniziative da mercoledì a domenica (4-8 ottobre) e quest’anno sarà dedicato al tema «Gregari e campioni». Tanti i grandi nomi in arrivo: oltre ai nomi già citati anche il conduttore televisivo e commentatore sportivo Pierluigi Pardo, il giornalista Francesco Repice, l’attore Simone Riccioni.

Avrà luogo anche un ricordo di Michele Scarponi, il ciclista tragicamente scomparso ad aprile, che sarà omaggiato da Overtime insieme al fratello e al papà di Scarponi. Tra le novità, la collaborazione con l’istituto Confucio per parlare di sport e Cina, e la rassegna di cinema con oltre 50 produzioni cinematografiche arrivate dall’estero, da 21 Paesi diversi tra cui Corea del Sud, Sudafrica, Iran.

Cinque giorni con un programma molto ricco e denso di iniziative,tra incontri, convegni, degustazioni, tornei, per un festival «che si apre a uno scenario sempre più internazionale – dice Michele Spagnuolo, presidente dell’associazione culturale Pindaro, che organizza il festival -, siamo onorati di essere diventati un punto di riferimento, col nostro appuntamento fisso a Macerata nella seconda settimana di ottobre, per il giornalismo sportivo. Un ricordo doveroso è per la professoressa Barbara Pojaghi, che fu tra i primissimi a sostenere il festival».

«L’ateneo è fin dall’inizio al fianco di Overtime – sottolinea il rettore Francesco Adornato -, aderiamo per il valore formativo del festival, perché l’università forma i giovani non solo nei saperi scientifici ma anche etici». «Il tema di quest’anno è quasi romantico, si parla di gregari – aggiunge il sindaco Romano Carancini -, per noi è il grande apuntamento di ottobre, e con gli anni è riuscito ad arrivare a un altissimo livello culturale».

«Anni fa Overtime fu una scommessa – dice l’assessore allo sport Alferio Canesin -, un seme che ora mostra tutti i suoi frutti». Tra i partner, anche il team Stammi Bene, progetto del dipartimento dipendenze patologiche. Un appuntamento si svolgerà a Castelsantangelo sul Nera, con il libro «E vissero sconfitti e vincenti», per non far spegnere i riflettori su un paese devastato dal terremoto. Non mancherà il contest di cucina, che tanti apprezzamenti aveva riscosso l’anno scorso, in collaborazione con Tipicità. Uno dei sostenitori di Overtime sarà Coop Alleanza 3.0. Il programma completo su www.overtimefestival.it Chiara Gabrielli