Recanati n(macerata), 14 luglio 2017 - La Famiglia Leopardi apre per la prima volta al pubblico da domenica 16 luglio la 'Casa di Silvia', le antiche scuderie di Palazzo Leopardi dove visse Teresa Fattorini, la 'Silvia' del celebre canto. Figlia del cocchiere di casa Leopardi, morì a causa della tubercolosi nel settembre 1818, all'età di soli 21 anni (FOTO).

Simbolo della giovinezza ricca di sogni e di promesse è la figura dove il poeta ritrova il dono più bello dell'adolescenza: l'attesa trepida e suggestiva dell'amore. Quiete e senso del futuro accomunano i due ragazzi che si guardano dalle rispettive case, lo sguardo di Silvia va al Palazzo, quello di Giacomo alla casa della ragazza.

La piazzuola del Sabato del Villaggio dove si aprono le due dimore, quella nobile del poeta Giacomo e l’umile di Silvia si immerge oggi in un sentimento eterno quanto vivo, fatto di forti passioni e di teneri ricordi. Un significativo obiettivo raggiunto dalla famiglia Leopardi, che lo scorso autunno aveva avviato la ristrutturazione dell’edificio fatto costruire da Monaldo Leopardi nel 1796.

Il restauro delle scuderie, oltre alla messa in sicurezza dello stabile e al ripristino del colore originale dei prospetti, ha permesso di recuperare ambienti che amplieranno i percorsi di visita di Casa Leopardi con nuove sale espositive e l’abitazione di 'Silvia' composta da tre stanze: due camere da letto e una cucina arredate con mobilio e suppellettili originali dell’epoca.