Passo di Treia (Macerata), 21 aprile 2017 - Due anziani accoltellati nella notte dal figlio. È quanto sarebbe successo a Passo di Treia. Per questo un uomo di 39 anni, Augusto Fiastrelli, è agli arresti domiciliari, piantonato dai carabinieri, al reparto psichiatrico con le accuse di tentato omicidio e lesioni. Il padre è in prognosi riservata, la madre è riuscita a limitare le conseguenze dell’aggressione violenta e inspiegabile. Fondamentale per loro sarebbe stato l’intervento dell’altro figlio, titolare di una tabaccheria nella frazione. È successo tutto nel giro di pochi minuti l’altra notte, intorno all’una.

Nell'appartamento, al secondo piano di una palazzina in una zona tranquilla e residenziale della frazione, in via Colombo, stavano tutti dormendo. Senza che ci fossero stati litigi o segnali di allarme, nel buio l’uomo si sarebbe alzato e avrebbe preso in cucina un coltello per tagliare i salumi, dalla lama affilata. Con quello sarebbe entrato in camera dei genitori. Avrebbe aggredito prima il padre, ferendolo al collo. Poi si sarebbe rivolto contro la madre, che però si era svegliata e in qualche maniera sarebbe riuscita a parare il colpo. I rumori concitati e le richieste di aiuto hanno svegliato il fratello che, stando a quanto riferito poi ai carabinieri, avrebbe tirato contro il fratello un’abat jour per stordirlo e disarmarlo. Poi sono stati chiamati i soccorsi, mentre il ragazzo tentava con le mani di tenere chiuso il taglio al collo del padre, per limitare la fuoriuscita di sangue.

L’anziano, ex dipendente dell’intendenza di finanza, è stato operato d’urgenza all’ospedale di Macerata. Le sue condizioni sono serie, la prognosi è ancora riservata ma i medici si dicono fiduciosi per una sua ripresa. Le lesioni all’addome della madre, ex ostetrica ora in pensione, sono meno gravi, la donna ha avuto una prognosi di quindici giorni. Durante i soccorsi e tutti i rilievi compiuti dai carabinieri di Treia e del Nucleo operativo di Macerata, Augusto Fiastrelli è rimasto muto e immobile; nessuna spiegazione ha dato sui motivi di quella aggressione.

I carabinieri lo hanno poi accompagnato nel reparto psichiatrico dell’ospedale di Macerata, dove si trova agli arresti domiciliari, piantonato dai militari. Ora potrà dare una sua versione nell’udienza di convalida dell’arresto, che sarà fissata dal sostituto procuratore Margherita Brunelli, che coordina le indagini sull’accaduto. L’udienza potrebbe tenersi questa mattina, o al massimo domani. Fiastrelli sarà difeso dall’avvocato Luca Sartini. I carabinieri proseguiranno le indagini per ricostruire quanto accaduto nell’appartamento di via Colombo, ma sembra altamente probabile che per l’indagato sarà disposta una perizia medico legale, per accertarne la capacità di intendere e di volere.

IL COMMENTO - Le bombe atomiche in famiglia