Macerata, 11 settembre 2017 - Gli agenti della Guardia di Finanza di Camerino hanno constatato che un supermercato, posto all’interno di un centro commerciale, benché gravato da un’ordinanza del sindaco che ne dichiarava l’inagibilità totale con categoria “E” (la più grave), determinata dagli eventi sismici dello scorso anno, era in realtà rimasto aperto al pubblico con dipendenti al lavoro e clienti intenti ad effettuare acquisti (VIDEO).

I finanzieri, si sono insospettiti dalle luci accese che si intravedevano dall’esterno e dal continuo andirivieni di persone che accedevano al supermercato da un ingresso laterale secondario, mentre le altre attività risultavano chiuse e trasferite all’esterno dello stabile inagibile.

In base all’ordinanza, la struttura era soggetta a divieto di utilizzo per i proprietari, per gli occupanti a qualunque titolo nonché per chiunque vi potesse accedere, sino al perdurare delle condizioni rilevate e comunque fino alla sua messa in sicurezza mediante l’esecuzione di tutte le opere necessarie.

Pertanto, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica, l’intero immobile, di complessivi 900 metri quadrati, è stato evacuato e posto sotto sequestro, mentre gli amministratori dell’attività commerciale e il proprietario dello stabile sono stati denunciati per l’inosservanza del provvedimento.