Macerata, 15 giugno 2017 – «Ho pianto tutta la mattina dalla paura perché non pensavo che potesse accadermi una cosa del genere». È ancora spaventata S. C. R., 44enne peruviana residente a Villa Potenza, mentre racconta la rapina subita questa mattina al parco fluviale della frazione. È stata accerchiata e spogliata di oro e contanti da tre persone, di cui una armata di coltello.

«Stavo portando a spasso il cane come faccio sempre – racconta la donna – quando, dopo essermi seduta su una panchina, sono stata avvicinata da due persone con accento straniero. Una si è seduta alla mia destra e l’altra alla mia sinistra. Un terzo uomo alle mie spalle che mi puntava un coltello al collo».

Presi i soldi che erano nella borsa, l’orologio e la fede nuziale. Poi i tre sono fuggiti e la donna ha chiesto aiuto. La denuncia è stata presentata dai carabinieri. «Siamo preoccupati e arrabbiati perché in questa frazione ognuno fa quello che vuole» dice Paolo Renna, consigliere comunale di Fratelli d’Italia.