Macerata, 19 marzo 2017 – Un malore improvviso nel sonno ha stroncato la maceratese Cristina Vespasiani, 43 anni ancora da compiere. A trovarla, ieri mattina, sono stati i genitori, con cui lei da qualche tempo era tornata a vivere nell’appartamento di via Spalato. Allarmati, i familiari hanno chiamato il 118, ma purtroppo i medici accorsi in ambulanza non hanno potuto fare nulla per la giovane donna. Cristina Vespasiani era già morta.

Laureata in farmacia, la maceratese aveva lavorato come informatore e come farmacista. Era molto conosciuta in città, come i suoi genitori; il padre è stato anche presidente del Rotary. Lascia anche la sorella, che lavora in banca. Il decesso ieri è stato improvviso e choccante per le tante persone che la conoscevano e le volevano bene, e che hanno dovuto fare i conti con la sua inaspettata scomparsa. La notizia dell’accaduto si è diffusa rapidamente in città, suscitando dolore e cordoglio. La salma nel pomeriggio è stata portata all’obitorio dell’ospedale in attesa del funerale, che probabilmente sarà celebrato domani.