Macerata, 13 gennaio 2018 – Maxi operazione della polizia. Sono stati effettuati a Macerata servizi di prevenzione e controllo del territorio anche con la collaborazione degli agenti del reparto di prevenzione del crimine Umbria-Marche, con sede a Perugia.

L’altra sera sono stati effettuati otto posti di controllo sia a Macerata che nelle frazioni, nel corso dei quali sono state sottoposti a controllo 48 veicoli e identificate 60 persone.

Ieri pomeriggio invece, anche grazie al sistema «Mercurio» installato sulle auto della polizia è stato possibile controllare 870 veicoli. Il sistema Mercurio consente infatti tramite un sistema di lettura ottica di leggere le targhe dei veicoli in transito e di dare un immediato allarme ai poliziotti su strada nel caso si tratti di un veicolo rubato o se vi siano dei provvedimenti amministrativi a carico del veicolo, legati a violazioni del codice della strada.

Nel corso delle due giornate di attività sono state controllati 124 persone e 918 veicoli ed effettuati 13 posti di controllo.

Per quanto riguarda l’attività di prevenzione svolta dalla divisione anticrimine, sono state emesse due misure di prevenzione nei confronti di due persone pregiudicate e pericolose per la pubblica sicurezza. Un cittadino di origini tunisine di 26 anni è stato colpito dal provvedimento dell’avviso orale. Si tratta di un soggetto pluripregiudicato per reati in materia di stupefacenti, nonché per reati contro il patrimonio. Il giovane era stato rintracciato alcuni giorni fa a Porto Recanati nei pressi dell’Hotel House in compagnia di altri pregiudicati.

Un provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio è stato invece notificato a un 37enne di origini balcaniche, in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona. Era stato sottoposto a controllo a Civitanova, mentre si trovava alla guida della propria auto in stato di ebrezza alcolica. L’uomo non potrà fare ritorno nel comune di Civitanova per un periodo di tre anni.