Monte San Giusto (Macerata), 13 gennaio 2018 – Una ragazza di venti anni ferita alla gola con un coltello. È quanto si sono trovati davanti i soccorritori accorsi ieri sera in via Macerata, nell’abitato di Monte San Giusto. Poco dopo le 20, la richiesta di aiuto alla Croce Verde è arrivata dall’appartamento dove vive una famiglia di origini pakistane. I genitori si erano accorti che la ragazza era ferita e perdeva sangue, e hanno subito chiesto aiuto. La giovane è stata portata d’urgenza all’ospedale di Civitanova, dove è stata ricoverata per tutte le cure necessarie. A quanto sembra, per fortuna, le sue condizioni non sarebbero preoccupanti, malgrado le ferite al collo.

In via Macerata sono arrivati anche i carabinieri, per chiarire che cosa fosse successo nell’appartamento. A quanto sembra – stando alle prime informazioni trapelate – la giovane avrebbe avuto una discussione con la madre, dopo la quale sarebbe andata a chiudersi nel bagno.

Dopo un po’ i genitori, insospettiti, sarebbero andati a chiamarla, ma non riuscendo a entrare e non avendo risposta da lei, avrebbero forzato la porta, trovandola così ferita e sanguinante. Al momento, l’ipotesi più probabile è quella di un gesto autolesionistico, ma gli accertamenti dei carabinieri sono ancora in corso. I carabinieri ora sentiranno i familiari che vivono con lei – genitori, fratelli e sorelle – e appena sarà possibile, una volta che si sarà ristabilita, anche la ragazza potrà dare la sua versione in merito a quanto accaduto. Intanto i carabinieri hanno già iniziato a raccogliere i primi elementi per ricostruire che cosa sia successo, e se ci siano eventuali responsabilità.