Macerata, 9 febbraio 2018 - Scuole chiuse domani a Macerata per la manifestazione non autorizzata dei centri sociali, alla quale hanno aderito anche Fiom, associazioni studentesche e movimenti di sinistra. Sono attese migliaia di persone e si temono disordini. Tanti i negozi che resteranno chiusi, con un dispiegamento massiccio di forze dell’ordine. L’Apm fa poi sapere che il servizio di trasporto urbano sarà effettuato fino alle 13.30, con orario feriale e senza le corse bis.

COSA E' SUCCESSO IERI - Tensione alle stelle ieri in città, in vista della manifestazione nazionale di domani contro il razzismo e il fascismo. Ieri sera, In piazza della Libertà, si sono fronteggiate forze dell’ordine e una quarantina di militanti di Forza Nuova (FOTO), arrivati per una manifestazione su sicurezza e immigrazione. Ad attenderli anche esponenti della sinistra. La polizia ha evitato che i gruppi potessero entrare in contatto, spingendo i militanti di Forza Nuova lontano dalla piazza, effettuando diverse cariche di alleggerimento. Una quindicina di esponenti di Forza Nuova sono stati portati in questura per l’identificazione. 

Domani è previsto il corteo contro razzismo e fascismo, nonostante il divieto del ministro Minniti e della prefettura, che hanno accolto l’appello del sindaco Carancini a sospendere ogni iniziativa in questo momento così delicato per la città, disorientata e terrorizzata dopo i fatti accaduti a tre giorni di distanza l’uno dall’altro: prima la morte di Pamela Mastropietro, la 18enne romana fatta a pezzi e messa in due valigie, e poi il raid xenofobo di Luca Traini, che ha tenuto la città in ostaggio per un’ora e mezzo con la sua 'caccia al nero', facendo scattare il coprifuoco e causando sei feriti di origine africana. 

Macerata, annullato anche il Carnevale

 

BOTTE_28775492_233944