Bolognola (Macerata), 30 dicembre 2017 – Una slavina a Bolognola, nella zona del rifugio del Fargno, tra Pintura e Pizzo Tre Vescovi, sui Sibillini, ha sorpreso sei escursionisti che in un primo momento si pensavano tutti marchigiani. Due di loro, un ragazzo e una ragazza belgi, sono sono stati travolti dalla neve, ma per fortuna gli amici sono riusiciti a trarli in salvo. È successo verso le 11. Il gruppo è stato raggiunto dalle squadre dei vigili del fuoco e del soccorso alpino di Macerata e Montefortino, arrivate sul posto con gli sci per evitare ulteriori distacchi di neve. 

 

image

Al di là dello spavento, i due escursionisti finiti sotto la slavina non sono in gravi condizioni, così come gli altri componenti della comitiva, composta da persone esperte e attrezzate per la montagna. Stavano facendo scialpinismo ed erano quindi tutti quanti muniti di attrezzatura antivalanga Artva, per questo sono riusciti immediatamente a recuperare la ragazza, che era finita sotto due metri di neve. Ha riportato un lieve trauma alla colonna vertebrale e al collo. Per lui, invece, ecchimosi e contusioni.

L'eliambulanza è stata fatta atterrare più a valle, per evitare altre valanghe. I vigili del fuoco con i carabinieri hanno allestito anche un campo base vicino agli impianti sciistici di Pintura di Bolognola. Tecnici di elisoccorso e alcune squadre sono partiti con sci e materiale da soccorso in valanga per raggiungere gli infortunati e li hanno guidati fino a valle, dove sono stati prelevati da un gatto delle nevi e affidati alle cure degli operatori sanitari del 118.