Macerata, 4 ottobre 2017 - Aggressioni fisiche, minacce di morte, ingiurie, molestie, pedinamenti ossessivi. È quanto avrebbe subito una donna, vittima dell’ex compagno 55enne. L’uomo è stato arrestato e messo ai domiciliari dalla polizia che ha dato esecuzione alla pronuncia del gip del tribunale di Macerata, che per l’uomo ha disposto anche l’applicazione del braccialetto elettronico.

L’uomo, con precedenti di polizia, si sarebbe reso responsabile di un’escalation di atti persecutori nei confronti della ex: minacce di morte, molestie e aggressioni che hanno provocato lesioni alla donna. In più occasioni, infatti, la vittima sarebbe stata presa a calci e pugni dall’uomo, finendo al pronto soccorso.