Macerata, 21 aprile 2017 - «Chiamiamo tutti a raccolta per sostenere la Maceratese». È l’appello dei tifosi della Rata, ieri sera riuniti a cena al ristorante Liolà insieme a tutta la squadra biancorossa. Per sostenere giocatori, allenatori e staff, il comitato Salviamo la Maceratese – team per la Rata ha attivato un conto corrente dedicato, e ha raccolto altri soldi durante la cena. «Intanto, con i 5.000 euro donati finora – spiega Alessandro Gentilucci, del comitato – permettiamo alla squadra di giocare la partita domenica, ma vogliamo fare di più, cioè permettere che possa continuare in condizioni dignitose, puntando alla salvezza e, perché no, sognando d vincere i play off. Alla squadra e all’allenatore il merito di aver continuato, in un periodo di crisi societaria non è da tutti. E noi, oggi, siamo tutti presidenti per un giorno».

«Se tutti versassero qualcosa sul conto – aggiunge Roberta Tognetti – potremmo arrivare a una buona somma, anche 100 euro sono importanti in questo momento. Ora bisogna improntare le spese per le ultime due partite». «Sicuramente i miei ragazzi stanno meglio rispetto a qualche giorno fa – sottolinea l’allenatore, Federico Giunti – perché finalmente hanno ricevuto il pagamento di un rimborso (mese di gennaio), qualcuno anche di due rimborsi. Continuano a mancare gli stipendi di novembre e dicembre. Ma intanto i giocatori si sono tranquillizzati, i nervi erano a pezzi e qualcuno cominciava a cedere, non so quanto avrebbero potuto resistere ancora. Comunque è stata controllata la fideiussione di Spalletta e sembra valida, infatti – ironizza – questa settimana le temperature si sono abbassate ed è venuta la neve». Tra i sostenitori della Rata, presenti anche Andrea Bianchini, Alessandro Savi, l’avvocato Fabrizio Giustozzi, l’avvocato Marco Marsili. Per chi volesse versare qualcosa, l’Iban è IT88IO605513403000000013016.