Macerata, 4 maggio 2017 - Mancano gli steward: a rischio la partita di domenica della Maceratese contro il Venezia. Non c’è pace per la Rata neanche nell’ultima partita di campionato. Oggi si è riunito il Gruppo operativo per la sicurezza (Gos) per fare il punto sulla gestione della partita di domenica ma all’appello mancava la società che si occupa delle security, che da tempo aspetta di essere pagata dalla società. Senza il servizio di sicurezza, la gara rischia di svolgersi a porte chiuse o addirittura di non svolgersi affatto.

A confermarlo è lo stesso sindaco Romano Carancini che in una conferenza stampa sulla Maceratese ha parlato di «gravissima offesa alla città e alla squadra», se la partita non si dovesse disputare. Il sindaco non ha risparmiato attacchi al nuovo proprietario, il napoletano Claudio Liotti. «Questa gente – ha detto – ha comprato la squadra e non si è nemmeno presentata in città. Chi è nelle condizione di fare qualcosa per la squadra ed evitare il fallimento, lo faccia», è stato l’appello di Carancini, chiaramente rivolto all’ex presidentessa Maria Francesca Tardella.