Italia News
 TV   FOTO E VIDEO BLOG SERVIZI LAVORO ANNUNCI CASA
IN VIA SASSI

Parco Amendola, scene alla Hitchcock
Le cornacchie attaccano i passanti

Un uomo, dopo essere stato colpito alla testa con il becco, è rimasto ferito. Gli agenti provinciali hanno individuato il nido degli uccelli che, prelevati, sono stati consegnati ai volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Modena, 21 Maggio 2008  - Scene alla Hitchcock a Modena. Era una cornacchia, l'uccello che venerdì, nei pressi del parco Amendola in via Sassi, ha ferito una passante colpendola ripetutamente alla testa con il becco.

E l'episodio non è rimasto isolato: sia sabato 17 che domenica 18 maggio sono arrivate alla Polizia provinciale altre segnalazioni di frequentatori del parco, soprattutto cittadini con il cane al guinzaglio, che raccontavano di essere stati minacciati da due uccelli che volavano sulle loro teste cercando di colpirli, stavolta senza riuscirci.


Sulla base di queste segnalazioni, gli agenti provinciali hanno effettuato un nuovo sopralluogo, dopo quello di venerdì, individuando l'albero con un nido di cornacchie da dove due esemplari adulti partivano per attaccare i passanti, probabilmente per allontanarli nell'intento di difendere i piccoli che in questi giorni stanno iniziando a volare. Gli agenti, dopo aver constatato che i piccoli erano ormai autosufficienti, hanno catturato i due animali consegnandoli ai volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso di Modena che li libereranno nei prossimi giorni in una area verde fuori città.
 










Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

LA FOTO DEL GIORNO

Accademia Militare

Accademia Militare:
allievi al traguardo

Gli allievi del 188esimo corso 'Fedeltà dell'Accademia Militare hanno tagliato il traguardo dei cento giorni a sottotenente e domani festeggiano loro Mak P 100

LEGGI LA NOTIZIA

Mister Blues

Questo pazzo
pazzo mondo

Curiosità dalla Rete

e non solo

a cura di Matteo Leonelli