Modena, 12 ottobre 2017 - Il senatore modenese Stefano Vaccari, capogruppo Pd in Commissione Ambiente ed ex assessore provinciale con delega allo Sport, ha portato all’attenzione del ministro dello Sport Luca Lotti la situazione – che definisce ‘di scempio’ – che sta attraversando il Modena fc Vaccari sollecita l’attenzione del ministero e chiede di attivare, in via straordinaria, la Covisoc, l’organo ispettivo contabile preposto ai controlli sulle società sportive, per verificare la regolarità della cessione della squadra.

La situazione sempre più precaria del Modena football club è approdata sul tavolo del ministro dello Sport Luca Lotti grazie a una interrogazione presentata dal senatore modenese Stefano Vaccari, capogruppo Pd in Commissione Ambiente, ed ex assessore provinciale con delega allo Sport. Vaccari, nel testo della interrogazione, ricorda la triste “telenovela” che ha tenuto la compagine calcistica della città di Modena e il suo patron Antonio Caliendo sui media locali e nazionali negli ultimi mesi e che, dopo la revoca, per morosità, della concessione dello stadio Braglia e la sconfitta a tavolino con l’Albinoleffe, è approdata, prima, alla presentazione in tribunale del concordato preventivo e, poi, alla cessione della squadra all’ex presidente del Varese Aldo Taddeo, con relativa clausola che ne consentirebbe il ritorno a Caliendo nel giro di tre anni. Il giudizio del senatore Vaccari sull’intera vicenda è lapidario: «La storia ultra centenaria del sodalizio modenese, pur tra molte vicissitudini societarie, non aveva mai toccato un livello tale di scempio nonché di frattura tra la società, l’ente locale, la città e i tifosi». L’attenzione da parte della Lega Pro è stata alta fin da subito tanto che, ricorda Vaccari, «ha svolto un puntuale monitoraggio delle infrazioni commesse durante la gestione da parte del dott. Antonio Caliendo». Più in generale, secondo la denuncia del senatore Stefano Vaccari, «si è venuta a creare una situazione senza dubbio anomala e critica, nonché bisognosa di chiarimento circa la regolarità della procedura di cessione seguita». E’ per questo che nell’interrogazione Vaccari chiede al ministro Lotti se l’intera situazione non sia meritevole di attenzione da parte del Ministero “per l’immagine negativa che sta trasmettendo di uno sport popolare come il calcio in una importante realtà di provincia”. Ma soprattutto, si chiede al ministro se non “ritenga necessario attivare in via straordinaria, per tramite della Figc, la Covisoc, l’organo ispettivo contabile preposto ai controlli sulle società sportive, per accertare la regolarità e la legittimità dei documenti prodotti dalle parti coinvolte nella cessione del Modena fc”.