Maranello, 10 settembre 2017 – E' di 63 milioni di euro il valore raggiunto dall'asta per i 70 anni della Ferrari che si è svolta ieri alla pista di Fiorano, un record per un evento dedicato a un’unica marca. L’asta ha visto i collezionisti contendersi 38 preziose vetture della Casa di Maranello tra le quali, come avevamo riportato ieri, una LaFerrari Aperta esclusiva, battuta a 8,3 milioni di euro interamente devoluti a Save the Children, che li impiegherà per la scolarizzazione di migliaia di bambini tra i più vulnerabili dei Paesi di Africa, Asia, Europa e Sud America. N

ella giornata di oggi a concludere la kermesse, alla quale hanno partecipato 4mila clienti da tutto il mondo, sono state invece le premiazioni del Concorso di eleganza, una 'sfilata di bellezza' tra 120 vetture storiche, alcune rarissime e di grande valore, che sono state suddivise in venti classi e si sono contese il titolo di 'Best of Show' nelle categorie Sport e Gran Turismo. Un compito davvero non facile per i giudici che alla fine si sono trovati d’accordo nell’assegnare i due titoli alla 340 MM Spider Vignale del 1953 e alla Testarossa Spider del 1986. La 340 MM Spider Vignale ha una intensa storia sportiva: questa vettura disputò diverse gare e conquistò la sua più importante affermazione imponendosi nella Mille Miglia del 1953 con Giannino Marzotto e Marco Crosara. La Testarossa Spider del 1986 è invece una vettura unica, la sola versione spider costruita di questo modello. Venne realizzato per celebrare il 20° anniversario della nomina alla presidenza della Fiat dell’Avvocato Gianni Agnelli, che ne fu proprietario fino al 1991.
g.a.