Modena, 1 gennaio - Un arresto tra i più rocamboleschi per la polizia di Stato che alle cinque del mattino del 31 ha messo le manette ai polsi di un ladro direttamente sul tetto di una palazzina di tre piani. Tutto è cominciato quando alcuni residenti hanno telefonato al 113 segnalando rumori sospetti; all’arrivo, in via Nuoro, gli agenti hanno notato i due malviventi, che per dileguarsi hanno deciso di salire sul tetto attraverso un lucernario. Proprio sul tetto, con le tegole particolarmente scivolose, è avvenuto l’inseguimento a piedi. Mentre uno dei due ladri è riuscito a fuggire, un 43enne georgiano, pregiudicato, è stato fermato dalla polizia ed arrestato dopo aver colpito gli agenti. Un poliziotto ha riportato una prognosi di 8 giorni. I due ladri avevano tentato di smurare una cassaforte, senza riuscirci, dentro un appartamento in quel momento vuoto perché i proprietari erano in ferie.