Modena, 6 dicembre 2017 - Non è la prima volta che una banda sicuramente di professionisti utilizza un flessibile per smurare la cassaforte. Ma negli ultimi colpi di cui si ha notizia, quel che spaventa di più è soprattutto la velocità e la sicurezza con cui i gruppi di balordi si muovono nelle abitazioni: sono andati al sicuro, lunedì sera, colpendo quando la famiglia era fuori casa. Sapevano evidentemente quando entrare e, soprattutto, dove mettere le mani una volta all’interno dell’abitazione.

Ad essere presa di mira, lunedì appunto, forse nel tardo pomeriggio, è stata una villa situata in stradello San Giuliano, proprio accanto alla palestra ma in una zona comunque di campagna e abbastanza isolata. Insomma, le vie di fuga non mancano. Nessuno, però, si è accorto di nulla. Da quel che si sa la banda si è introdotta in casa passando da una finestra e, una volta dentro, armata di flessibile ha smurato la cassaforte, comunque ben nascosta. Per riuscire a portarsi via i gioielli - parliamo di migliaia di euro in preziosi e orologi - i balordi hanno causato danni ingenti anche al muro e, in generale, all’abitazione. Poi, nel buio, si sono dileguati.

Pare siano anche riusciti ad ‘azzittire’ l’allarme. Fatto sta che la banda è fuggita con un ingente bottino dopo aver provocato ingenti danni. Ad avvisare la polizia, lunedì sera, intorno alle 23, è stata una delle famiglie che vive nella villa e che, tornando a casa, ha trovato l’abitazione completamente a soqquadro e la stanza della cassaforte ‘devastata’; in particolare il muro, danneggiato appunto con il flessibile utilizzato dai malviventi per riuscire ad aprire la cassaforte. Dall’abitazione sono scomparsi anche altri oggetti di valore.

Fatto sta che i proprietari, rassegnati, ieri hanno preferito non commentare l’accaduto, chiudendosi in un comprensibile silenzio, dietro ad alti cancelli ed inferriate che non sono comunque riusciti a tener lontani i ladri. Spaventati da un’irruzione che fa riflettere. Parliamo infatti di bande ‘informate’: studiano gli orari delle vittime, le loro abitazioni, imparano per bene il perimetro in cui muoversi e le misure di sicurezza installate. Sicuramente mettono a segno diversi sopralluoghi per perfezionare il colpo che, purtroppo, anche questa volta è andato a segno. Sul posto, lunedì, sono rimasti a lungo gli agenti della scientifica al fine di trovare tracce utili ad individuare i balordi.

Non è chiaro se nella grande abitazione vi siano anche telecamere, quel che è certo è che il gruppo è stato veloce e praticamente impeccabile. Sono sempre più le ville isolate prese di mira e la banda del flessibile, negli ultimi mesi, ha messo a segno almeno una decina di colpi. Il modus operandi è sempre lo stesso; non si esclude quindi che le mani dei delinquenti siano sempre le stesse. Le indagini sono ora in corso.