Modena, 20 febbraio 2017 - Non è stata ritagliata, ma sarebbe danneggiata la tela del Guercino trafugata dalla chiesa di San Vincenzo a Modena alla vigilia del Ferragosto 2014, ritrovata di recente a Casablanca.

L’opera ‘Madonna con San Giovanni Evangelista e San Gregorio Taumaturgo’, datata 1639 e di valore inestimabile, come emerso nei giorni scorsi era stata offerta in vendita da tre ricettatori a un ricco imprenditore marocchino che li ha denunciati.

Ebbene, la tela a quanto emerge non ha subito ‘sforbiciate’ ma è rimasta arrotolata per troppo tempo e dunque si è logorata. I danni appaiono comunque recuperabili, con un buon restauro, anche se in Procura a Modena si attende di fare il punto della situazione. Complice anzitutto un certo riserbo della Autorita’ e della Polizia giudiziaria di Casablanca, infatti, si attendono notizie ufficiali sugli stessi arrestati, quattro finora, e sugli interrogatori. La stessa notizia formale del ritrovamento, per dire, verra’ depositata solo domani, una volta confezionati gli atti ufficiali a Roma.

Dunque, se gli organi inquirenti e il Comando tutela patrimonio culturale hanno permesso di ritrovare in Marocco la tela, bisognerà fare il punto sui danni.

La Diocesi modenese, per iniziativa di monsignor Luciano Benassi, direttore dell’ufficio Beni culturali, confidava qualche giorno fa: “Speriamo che l’opera sia stata conservata nel modo migliore e non abbia subito danni...”.

image