Pavullo (Modena), 5 novembre 2017 - Una coppia inossidabile: 94 anni lui, 89 anni lei. E una vita insieme (FOTO) che ancora continua tra sorrisi e fatiche, e meravigliosi sketch che nascono dalle battute sempre pronte di lui e dalla serietà di lei che cerca ogni volta di ricomporre la situazione. Un matrimonio praticamente perfetto il loro, fondato su pazienza, rispetto e fede, che anno dopo anno ha raggiunto un vero e proprio record: 70 anni di vita insieme. Rino Ruggeri, nato a Renno di Pavullo il 5 giugno 1923, e Marta Bergamini, pavullese d’adozione, nata il 2 settembre 1928 a Medolla, l’8 novembre festeggeranno un traguardo di tutto rispetto: 70 anni di matrimonio.

Una meta che ha dell’incredibile, se si aggiunge alla salute e allo spirito che ancora li contraddistinguono, e alla complicità che lega i due ‘sposini’. Come fosse il primo giorno. «Ci siamo conosciuti a Pavullo – racconta Marta –, perché mia sorella veniva quassù in villeggiatura». Era l’estate 1947. «Andavo a raccogliere i duroni. L’ho vista e mi ha rotto il cuore – sorride Rino –, con quei suoi occhi chiari che su di lei, mora, risaltavano. Avevo 24 anni, e non mi ero mai innamorato prima. Sono andato subito dai suoi genitori per chiederla in sposa».

image

E dopo 4 mesi, Rino e Marta convolavano a nozze. «Ho visto che era un buon ragazzo, una persona seria, mi piaceva – ammette Marta –. Così ci siamo spostati a Medolla, la mia parrocchia». Subito dopo le nozze, il trasferimento a Pavullo, a Casa Croce, a pochi metri dall’abitazione dove la coppia vive oggi. Una vita segnata dalle tribolazioni del duro lavoro nei campi, la loro, quando si stava chinati anche 12 ore al giorno. Giornate intense superate grazie all’amore e al sostegno, alla passione per la fisarmonica di lui e a quella dei fiori di lei.

Poi è arrivato il primo figlio, uno dei ricordi più belli insieme. Ma la strada, per i due, era appena iniziata. «La cosa più difficile in un matrimonio – racconta Marta –, è sopportarsi a vicenda. A volte si sbaglia, ma alla fine, anche se si brontola, abbiamo sempre fatto pace». Il segreto per vivere 70 anni insieme (VIDEO), in fondo, è proprio questo: «Ci vuole tanta pazienza, coraggio e fede. Ci sono alti e bassi, difficoltà – prosegue Marta –. Alla fine le spine sono maggiori delle rose. Ma la volontà e la fede aiutano. Alle coppie di oggi – aggiunge – voglio dire che è impossibile trovare lo sposo perfetto», sorride. Del resto ognuno ha i suoi difetti. «Ma la felicità sta proprio nell’aiutarsi a superare ogni difficoltà. È sopportandosi l’uno con l’altra che si costruisce insieme la felicità».

MATRIMONIOGC_26565400_153000

E un altro traguardo, Rino e Marta (entrambi vengono da famiglie numerose, entrambe con 12 figli), l’hanno raggiunto anche con la famiglia che hanno costruito, composta da ben 25 persone (compresi loro): 4 figli, Mariangela, Rita, Annamaria, Carlo, 8 nipoti e 5 pronipoti di cui sono bisnonni. È insieme a loro e a gli amici del comitato parrocchiale di Montecuccolo, che il 12 novembre alle 12 festeggeranno il loro 70esimo anniversario, con una messa di ringraziamento celebrata da don Luciano Venturi e padre Agostino Manfredini. L’appuntamento è nella loro parrocchia, a Montecuccolo.