Reggio Emilia, 5 novembre 2017 - E' buio  in casa Sassuolo. Il Mapei ancora una volta è diventato terra di conquista per le avversarie che arrivano sul prato reggiano. Un Milan poco più che sufficiente, senza dover faticare più di tanto, è riuscito a prendersi i tre punti. Per Donnarumma, tolta qualche uscita, è stata una serata tutto sommata tranquilla. Il terzo passo falso consecutivo, dopo Udinese e Napoli, anche i rossoneri hanno costretto allo stop i neroverdi. La classifica dice quartultimo posto, dietro ci sono il Benevento (0), Genoa e Verona a (6), un punto avanti la Spal (9). Un inizio campionato difficile, colmo di ombre e di poche luci.

Un Sassuolo ancora una volta con il capitano Magnanelli in panchina per novanta minuti. Il primo brivido arriva dopo nemmeno 120 secondi, piazzato di Calhanoglu, Consigli è attento e devia in angolo. Nell’altra metà campo Donnarumma nega la rete a Falcinelli con una parata prodigiosa. Il gioco è spezzato, i portieri non corrono grossi pericoli, almeno fin quando Kalinic di testa sfrutta a dovere un servizio di Kessie (38’), sulla traiettoria Consigli mette in angolo, sul corner Romagnoli insacca staccando più in alto di tutti. I neroverdi protestano per una presunta carica su Consigli, chiedono il Var, ma Damato è irremovibile e vede la cosa giusta.

Nella ripresa la gara sale di tono. Il Sassuolo ci prova, ma ad essere pericoloso è il Milan con Kessie, la bordata dell’ex Cesena e Atalanta viene parata da Consigli (16’). Il tappo sulla partita lo mette una grandissima giocata di Suso, l’attaccante fulmina Consigli con una bordata all’incrocio. Sassuolo con la luce spenta e una classifica sempre più buia. Cambierà qualcosa? 

Il tabellino

 0-2 
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Missiroli, Cassata (9’st Matri); Politano (39’st Rogerio), Falcinelli, Ragusa. All.: Cristian Bucchi. A disp.: Marson, Pegolo; Lirola, Biondini, Magnanelli, Sensi, Pierini, Scamacca, Matri.
MILAN (3-5-2): Donnarumma; Zapata, Bonucci, Romagnoli; Calabria (13’pt Abate), Kessie, Calhanoglu (19’st Locatelli), Montolivo, Borini (35’st Antonelli); Suso, Kalinic. All.: Vincenzo Montella. A disp.: A. Donnarumma, Storari; Antonelli, Gomez, Musacchio, Paletta, Mauri, Cutrone, Andrè Silva.
Arbitro: D’Amato di Barletta Assistenti: Paganessi (Bergamo) e Liberti (Pisa)
Marcatori: 40’pt Romagnoli, 22’st Suso Ammoniti: Acerbi, Romagnoli, Bonucci, Montolivo, Missiroli