Roma, 30 dicembre 2017 - Emozioni all’Olimpico, con il Sassuolo che strappa un pareggio in casa della Roma: finisce 1-1. Tutti i riflettori erano puntati su Eusebio Di Francesco, ex allenatore dei neroverdi che con lui al timone sono volati in Europa. A segno prima Pellegrini, l'altro ex di turno, per la Roma al 31esimo del primo tempo. Simone Missiroli risponde al 78'. La Roma in classifica passa così a 39 punti e il Sassuolo invece ora di punti ne ha 21. 

Nel giorno dell'addio al calcio di Paolo Cannavaro, che nel 2018 raggiungerà in Cina il fratello Fabio per fargli da vice-allenatore (il difensore napoletano non era previsto dal 1' ma è stato richiamato in campo per il forfait in extremis di Goldaniga), il Sassuolo fa subito la voce grossa e trova in Politano un peperino inafferrabile che mette in difficoltà la difesa locale ed obbliga Alisson a due interventi difficili. Roma lenta in avvio ma che capisce di dover stringere i denti ed alla prima vera occasione ecco il gol. E' il 33': Perotti si accentra da sinistra sfruttando una sovrapposizione di Kolarov e manda dentro il pallone rasoterra, Schick manca l'aggancio, Dzeko riceve spalle alla porta e gira per Pellegrini, che di piatto batte Consigli. La Roma si rianima ma il Sassuolo non si demoralizza e prima dell'intervallo sfiora il pari prima con Ragusa e poi con Missiroli. L'ultima emozione prima del riposo la procura Kolarov che da posizione favorevole ha mira infelice.

ROMA SASSUOLO_27821354_165530

Nella ripresa due cambi per Di Francesco: obbligato quello di Juan Jesus al posto dell'infortunato Manolas, inevitabile quello di El Shaarawy al posto di uno spento Schick. La Roma è più sciolta e cerca il gol della sicurezza. Ci va vicino Nainggolan che, sfruttando un errore di Cannavaro, si invola verso la porta ma trova i guantoni di Consigli. La replica emiliana è affidata a Ragusa che in contropiede, su assist di Magnanelli, manda fuori e subito dopo viene sostituito da Matri. Le squadre si sfilacciano e crescono le occasioni da ambo le parti.

Per un presunto fuorigioco di Dzeko viene annullato il gol del raddoppio giallorosso col placet del Var e il contrappasso si chiama pareggio. Al 33' cross di Peluso dalla sinistra, perfetto per l'inserimento in area di rigore di Missiroli: il centrocampista neroverde anticipa Juan Jesus e firma l'1-1. Potrebbe arrivare anche il bis del Sassuolo ma Falcinelli, sotto porta, spreca malamente. Poi ancora Var protagonista: Florenzi su assist di Dzeko batte Consigli ma l'occhio elettronico vanifica tutto tra le proteste, ancora per fuorigioco. Finale incandescente ma il risultato non cambia più.

"La preparazione della partita è stata perfetta, non abbiamo concesso tantissimo e abbiamo creato molte occasioni, trovando alla fine il pareggio". Simone Missiroli dà molti meriti al tecnico Iachini. Anche in occasione della sua rete: "Il mister in allenamento ci dice sempre di buttarci in area per l'effetto sorpresa che possono creare le mezzali, stavolta è andata bene", spiega a Sky il centrocampista calabrese. Gli attaccanti della Roma hanno palesato difficoltà nel rendersi pericolosi: "Siamo stati bravi noi, abbiamo i nostri meriti: abbiamo giocato sempre corti e compatti in mezzo al campo ed è andata bene". Missiroli, infine, ha salutato Paolo Cannavaro.

 

Tabellino:

ROMA- SASSUOLO 1-1

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas (Juan Jesus dal 1' st), Fazio, Kolarov; Lo. Pellegrini (Under dal 38' st), De Rossi, Nainggolan; Schick (El Shaarawy dal 5' st), Dzeko, Perotti. A disp.: Skorupski, Peres, Moreno, Castan, Palmieri, Gerson, Gonalons, Strootman, Ünder. All. Di Francesco.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan (Mazzitelli dal 29' st); Politano (Cassata dal 44' st), Falcinelli, Ragusa (Matri dal 14' st). A disp.: Pegolo, Marson, Gazzola, Rogerio, Dell'Orco, Mazzitelli, Frattesi, Pierini. All. Iachini.
Arbitro: Orsato di Schio.

RETI: Pellegrini (Ro) al 33' pt, Missiroli (S) al 33'st.

Note: Ammoniti Dzeko (Ro), Magnanelli (S), Falcinelli (S), espulso il tecnico del Chievo Iachini al 40' st per proteste.

 

Rivivi i momenti salienti della partita cliccando qui.