Genova, 17 dicembre 2017 - Prosegue il periodo nero della Sampdoria (un punto nelle ultime 4 gare e secondo ko interno consecutivo); di contro ha centrato la seconda vittoria di fila il Sassuolo, dove funziona la cura Iachini, nonostante il quinto errore dagli undici metri (sui sette penalty avuti fin qui a disposizione dai neroverdi).

Questo in sintesi è quanto accaduto al “Ferraris”, dove Magnanelli e compagni si sono imposti, per 1-0, sui non piu’ brillanti blucerchiati. A decidere la sfida il neoentrato Matri, al 90’, che ha permesso al Sassuolo di balzare a quota 17 punti, a più quattro dalla terzultima in classifica, ovvero dal Verona.

Nei padroni di casa, orfani soltanto dell’infortunato Linetty, Marco Giampaolo ha puntato in avvio sul collaudato modulo 4-3-1-2, schierando Bereszynski, Silvestre, Ferrari e Strinic a protezione di Viviano; Barreto, Torreira e Praet lungo la linea mediana; con Ramirez alle spalle del duo offensivo composto da Quagliarella e Zapata.

Negli ospiti, privi degli indisponibili Sensi, Adjapong, Biondini, Dell’Orco, Cassata e Letschert, Beppe Iachini ha confermato lo schema (4-3-3) e la formazione risultati vincenti la scorsa settimana contro il Crotone: una sola la modifica in casa dei neroverdi, con Duncan in mezzo al campo al posto di Cassata. Per il resto spazio a Lirola, Goldaniga, Acerbi e Peluso, posizionati davanti a Consigli; con Missiroli e Magnanelli nella zona nevralgica e con Berardi, Falcinelli e Politano nel tridente d’attacco. Determinati gli innesti di Ragusa e Matri nella fase finale del match.

Per rivivere tutte le azioni della gara clicca qui.

Dopo una prima fase di studio, su un campo in pessime condizioni, la gara è entrata nel vivo intorno al 20’, quando i blucerchiati hanno sfiorato il vantaggio in due occasioni. Prima, su un cross da sinistra di Strinic, Lirola in spaccata ha rischiato l’autogol; poi, sul seguente corner, Silvestre di testa ha mancato il bersaglio di un soffio. Bella la risposta degli emiliani, più volte pericolosi. Al 31’ Politano ha saltato Ferrari ma ha calciato debolmente di punta, trovando la pronta risposta di Viviano. Al 41’ lo stesso portiere della Samp si è superato su un bel tiro al volo sempre di Politano; sulla ribattuta hanno tentato vanamente di sbloccare il risultato prima Duncan e poi Falcinelli, sbattendo rispettivamente contro la difesa blucerchiata e contro l’attivissimo estremo difensore dei liguri. Sul seguente calcio d’angolo, lo scatenato Politano, con un gran tiro al volo dal limite dell’area, ha scheggiato il palo. A seguire, a un minuto dall’intervallo, è salito alla ribalta, dall’altra parte, Consigli: il portiere degli ospiti ha compiuto infatti un autentico miracolo su un tiro ravvicinato di Quagliarella, leggermente deviato da Lirola.

Intensa ed equilibrata anche la ripresa: Samp più offensiva e Sassuolo sempre pericoloso nelle ripartenze. Su una di queste, al 7’, Politano ha sfiorato il palo con bel diagonale mancino. Un minuto piu’ tardi, dopo una bella uscita di Viviano sui piedi di Falcinelli, Berardi ha insaccato la sfera nella porta sguarnita. L’arbitro però (dopo l’ausilio del Var) ha giustamente annullato la rete degli ospiti perché a inizio azione Falcinelli era scattato in leggero offside.

Vibranti le fasi finali. Al 36’ su un cross di Politano da sinistra Ferrari ha toccato la sfera in area col braccio e l’arbitro ha decretato il penalty (dubbio). Lo stesso Politano (fin a quel momento il migliore in campo) dagli undici metri si e’ fatto fa ipnotizzare da un super Viviano. Sul seguente batti e ribatti Torreira ha colpito la palla con la mano in area di rigore. In questo secondo caso il penalty sembrava ineccepibile ma sia l’arbitro che il Var hanno incredibilmente deciso di sorvolare, lasciando proseguire il gioco.

Il Sassuolo comunque non si è dato per vinto e al 45’ ha centrato la meritata vittoria, firmata dai due neoentrati: da sinistra ha crossato Ragusa e Matri al volo ha sbloccato il match. Giusto il risultato finale: bene il Sassuolo; da rivedere la Samp, apparsa sottotono rispetto alla squadra ammirata a inizio campionato.

Tabellino e pagelle

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano 8; Bereszynski 6, Silvestre 5.5, Ferrari 5.5, Strinic 6; Barreto 5, Torreira 6, Praet 5.5; Ramirez 5.5 (34’ st Kownacki sv); Quagliarella 6.5, Zapata 6 (12’ st Caprari 5.5). In panchina: Puggioni, Tozzo, Andersen, Sala, Djuricic, Regini, Verre, Capezzi, Murru, Ivan. Allenatore: Giampaolo 4.5.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 7; Lirola 6.5, Goldaniga 6.5, Acerbi 6.5, Peluso 6; Missiroli 6, Magnanelli 6.5, Duncan 6; Berardi 5.5 (28’ st Matri 7), Falcinelli 6.5 (46’ st Cannavaro sv), Politano 6.5 (43’ st Ragusa 6.5). In panchina: Pegolo, Marson, Mazzitelli, Scamacca, Pierini, Frattesi, Gazzola, Rogerio. Allenatore: Iachini 7.

ARBITRO: Gavillucci di Latina 4.

RETE: 45’ st Matri.

NOTE: giornata soleggiata; terreno di gioco in pessime condizioni. Al 37’ st Viviano para un penalty, calciato da Politano. Ammoniti: Falcinelli, Lirola, Ramirez, Berardi, Goldaniga, Ragusa. Angoli: 7-5 per la Sampdoria. Recupero: 0’; 7’.