Pesaro, 30 novembre 2017 - Erano una cinquantina, tra soci e non, i tifosi che ieri sera hanno partecipato alla cena organizzata da “La Vuelle siAmo noi”, al ristorante Il Falco. Una serata all’insegna dello sport e del buon cibo, dove i tifosi hanno trascorso qualche ora insieme ai ragazzi di coach Leka, per aiutare l’associazione a raccogliere fondi per fornire un aiuto economico alla società pesarese. In pochi mesi “La Vuelle siAmo noi” ha già raccolto cifre importanti: 64 tesserati, 7 sponsor sostenitori (altri in arrivo) per un totale di 20 mila euro, 18 di questi già versati tra Vuelle e Consorzio.

“Ma si può fare ancora di più- spiega Giuliano Sinibaldi- per arrivare a 30mila euro (cifra che serve per acquisire la quota del Consorzio) ci servono delle quote, se ognuno di noi convince 3-4 amici il traguardo è vicino”. Forse c’è bisogno di un po’ più di entusiasmo da parte dei tifosi di Pesaro che il basket ce l’hanno nel Dna, e chissà che a riaccenderlo non possa essere Rihards Kuksiks. Proprio lui, l’ultimo acquisto in casa Vuelle, è stato il primo a presentarsi alla cena. Un po’ stanco dal lungo viaggio e dall’allenamento del pomeriggio, ha risposto alle domande dei tifosi curiosi di conoscerlo: “Sei pronto per domenica? Puoi giocare? Resti qui per tutta la stagione?”. Rassicurante, si è lasciato andare a poche battute: “Mi piace Pesaro, ci sono già stato due anni fa. Fisicamente sto bene, penso che i ragazzi siano uniti, possiamo fare bene”. Tra una portata e l’altra, per i giocatori c’ è stato anche il tempo di scherzare un po’ con i tifosi. In particolare capitan Ceron e Serpilli si sono improvvisati venditori di biglietti della pesca organizzata da “La Vuelle siAmo noi” per raccogliere fondi. In palio un pallone, maglie da gioco e felpe tutte, ovviamente, firmate Vuelle.