Pesaro 28 ottobre 2017 – “Un romanzo di formazione in 23 spettacoli, dei quali ciascuno tratta di un'emozione e valori come solidarietà, amicizia, amore, ma anche di solitudine e perdita di un amico”. Così la direttrice artistica Lucia Ferrati ha presentato la rassegna itinerante per bambini e famiglie “Andar per fiabe. Storie fantastiche nei teatri della provincia di Pesaro Urbino”, che debutterà domenica 29 ottobre alle 17 nel Teatro Sperimentale di Pesaro con lo spettacolo “Dimodoché” di Gek Tessaro.

Come caratteristica della rassegna, ogni spettacolo sarà preceduto o seguito da iniziative collaterali come letture ad alta voce o laboratori artistici: domani dalle 16 al teatro Sperimentale le famiglie troveranno le “Storie… ad alta voce” a cura dei lettori volontari del progetto “Nati per leggere” e il laboratorio creativo “Macchine macchinette e macchinacce” a cura di Ittico Artlab.

Sono quindici i Comuni che ospiteranno, da domani al 15 aprile, la stagione teatrale itinerante: Apecchio, Cagli, Fano, Frontone - per il primo anno ospiterà uno spettacolo della rassegna nel suo Castello - Gradara, Macerata Feltria, Mondavio, Pesaro, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, Sant’Angelo in Vado, Sassocorvaro, Urbania, Urbino e Vallefoglia. In cartellone ci sono 23 spettacoli, poiché nei teatri di Pesaro, Fano, Urbino e Mondavio sono previste più rappresentazioni.

Promossa da Amat con i Comuni ospitanti e Provincia e il sostengo del Ministero dei beni e attività culturali e turismo e della Regione Marche, “la stagione teatrale di Andar per fiabe – evidenzia il vice sindaco di Pesaro Daniele Vimini - rappresenta un modello in termini di vitalità della nostra provincia e dei contenuti degli stessi spettacoli, quindi dà un contributo molto importante alla crescita della nostra comunità”. E l'assessore alla Crescita di Pesaro, Giuliana Ceccarelli, sottolinea “l'alto valore etico rappresentato dagli aspetti valoriali e dalla vicinanza alle famiglie che caratterizzano questa rassegna teatrale”.


Gilberto Santini direttore di Amat spiega perché “di Andar per fiabe non si può fare a meno. Ogni palcoscenico – fa notare - è il teatro di una festa domenicale che vede protagonisti anche le famiglie, il pubblico che accorre ogni volta numeroso e rappresenta già di per sé uno spettacolo. Incontro è la parola - chiave della nostra rassegna, che renderà anche un suo tributo alla Settimana Rossiniana, con lo spettacolo Gioachino qua... Gioachino là! Storie di Rossini bambino, che verrà messo in scena il 25 febbraio al teatro Sperimentale di Pesaro dalla compagnia “Teatri delle Isole” e con la mostra Pianino pianino. Dedicato a Gioachino bambino, curata dal Liceo artistico Mengaroni di Pesaro”.

“Per i bambini e i ragazzi è importante andare a teatro con la famiglia, poiché le emozioni vanno condivise, vanno gestite bene – spiega la direttrice artistica Lucia Ferrati - . E anche quest'anno le famiglie troveranno, nei teatri della nostra provincia, grande qualità degli spettacoli così come degli autori e delle compagnie, tutti impegnati da anni nel teatro per ragazzi. Ringrazio anche, per le collaborazioni, la Rete dei servizi bibliotecari di Pesaro e Urbino, il Sistema bibliotecario Alto Metauro, i docenti e gli studenti del liceo artistico Mengaroni di Pesaro, e tutte le associazioni culturali e animaliste per aver arricchito ulteriormente la rassegna con le loro proposte”.
Nei teatri di Pesaro, Fano e Urbino il biglietto per gli spettacoli costa 5 euro per i bambini e 8 per gli adulti, mentre negli altri teatri tutti gli spettatori pagano 5 euro. Il programma completo della rassegna è consultabile sul sito www.amatmarche.net